CONDIVIDI
dipendenza videogames
Dipendenza da videogames, un adolescente si uccide

Aver perso ai videogames ha scatenato un raptus irrefrenabile in un adolescente, il quale si è suicidato in maniera orribile. Aveva una dipendenza.

C’è sconcerto in Russia per quanto avvenuto ad un adolescente di soli 15 anni. Il ragazzino si chiamava Pavel Matveev e nei giorni scorsi ha scelto di togliersi la vita nel più macabro e doloroso dei modi. Il giovane, che viveva in un piccolo centro chiamato Mogochino, nella parte centrale del paese asiatico, avrebbe maturato questa estrema decisione dopo aver perso una partita ad un videogioco. Da quanto si apprende, sembra che Pavel avesse maturato una forma di dipendenza dai videogames. Una cosa che ai giorni d’oggi non è affatto rara sentire. Esattamente come l’alcolismo, il fumo od altre patologie, anche l’eccessivo uso di videogames può essere considerato una malattia, tanto che si parla di ludopatia. Il ragazzo si è tagliato da solo la testa con una motosega raccolta nel giardino di casa, ed è stato trovato così, decapitato. Il suo gioco elettronico preferito gli era stato regalato dalla madre, ma una sconfitta allo stesso gli ha fatto insorgere una sorta di raptus irrefrenabile.

Videogames, il ragazzino aveva sviluppato una dipendenza

Le autorità stanno portando avanti una indagine e vogliono fare luce anche sulla eventualità che possa esserci stata una possibile istigazione al suicidio. Purtroppo sembra anche che la vittima vivesse una situazione familiare delicata. Situazione questa che spesso accentua comportamenti e gesti insani e favorisce lo sviluppo di casi gravi come la dipendenza da videogiochi o da altri fattori. Non bisogna colpevolizzare il medium videoludico in sé, in quanto presenta non di rado le stesse caratteristiche che è possibile ritrovare nel cinema od in altre forme di intrattenimento. La colpa semmai in questi casi è da ricercare nella mancata prevenzione e nell’assenza di sostegno al questo povero giovane.

Leggi tutte le notizie di ViaggiNews su Google News.