CONDIVIDI
anziani
Casa di riposo per anziani (Getty Images)

In una casa di riposo di Bologna gli anziani venivano torturati anziché accuditi: arrestate 4 persone

Davvero terribile ciò che erano costretti a sopportare alcuni anziani che vivevano in una casa di riposo di San Lazzaro di Savena, in provincia di Bologna. I Carabinieri hanno arrestato 4 persone, dipendenti della casa di accoglienza e responsabili della stessa. Le accuse sono gravissime: maltrattamenti e vessazioni, e potrebbero aggravarsi con l’evoluzione delle indagini. Se emergessero fatti ancora più gravi, infatti, potrebbero essere accusati addirittura di tortura visti i danni psichici e fisici provocati. Nel corso dell’operazione sono stati salvati due pazienti oggetto di gravi vessazioni. Sono finiti in manette il titolare della casa famiglia per anziani, un uomo di 70 anni, insieme alla sua coordinatrice e ad una collaboratrice, che sono finite entrambe ai domiciliari. Sospeso dalla professione un medico di base che passava, in cambio di denaro, timbri e ricettari per consentire al titolare dell’ospizio di fare incetta di medicinali.

Bologna, gli anziani maltrattati: ecco come li torturavano

Casa di riposo per anziani
Casa di riposo per anziani (Getty Images)

Un’operazione che “ha consentito di salvare la vita a due pazienti”, dice il Gip Alberto Ziroldi. “Dalle indagini è emersa una gestione degli anziani inaccettabile, con il contenimento fisico e la somministrazione di benzodiazepine”. E la situazione per gli imputati potrebbe aggravarsi, se venisse riconosciuto il reato di tortura. Le parole che vengono fuori dalle intercettazioni del titolare della casa famiglia per anziani “Il Fiore di San Lazzaro” sono davvero inquietanti: “Il modo alla fine lo trovi sempre, perché li riduci come zombie e hai risolto il problema”. Secondo le indagini, i sei anziani che erano ospiti del centro venivano sedati con farmaci psicotropi e tranquillanti e legati al letto per non disturbare i dipendenti durante la notte. Vessazioni continue, che hanno fatto scattare le indagini. Per fortuna si è scoperto cosa accadeva e questi maltrattatori seriali di anziani sono stati assicurati alla Giustizia.