CONDIVIDI
In spiaggia con marito e figlia piccola, picchiata brutalmente dalla polizia - VIDEO
(Youtube)

Una giovane donna americana è stata brutalmente picchiata dalla polizia mentre si trovava in spiaggia con il marito e la figlia piccola.

Su alcuni profili ‘Twitter‘ è apparso un video che mostra due agenti intenti ad arrestare una giovane donna sulla spiaggia di Wildwood, in New Jersey. A quanto pare la donna si era resa colpevole di bere una birra in spiaggia (in alcune parti degli Stati Uniti è vietato consumare alcolici in luoghi non adibiti allo scopo) in compagnia del marito e della figlia piccola e per questo è stata prima denunciata e quindi arrestata. Al di là del motivo dell’arresto (non vi sono fonti certe sulle cause) ciò che ha disgustato e scioccato gli utenti è la brutalità con la quale gli agenti obbligano la donna ad arrendersi per poi immobilizzarla con le manette.

Giovane mamma picchiata brutalmente in spiaggia dalla polizia: il video

Il video a cui facevamo riferimento sopra parte da una fase avanzata del tentativo d’arresto della donna, sin dal primo fotogramma si vedono due agenti che si dimenano sulla sabbia nel tentativo di immobilizzarla, questa infatti oppone resistenza all’arresto poiché non ne capisce la ragione ed i due agenti faticano a contenere la sua irruenza. A questo punto uno dei due comincia a prendere a pugni la donna sulla schiena, in modo da spezzarle il fiato e ridurne l’energia. Vista la scena una delle testimoni comincia ad urlare “Non opporre resistenza”, ma anche l’invito non viene ascoltato e la donna lotta finché non le mettono le manette sia alle caviglie che ai polsi. Finalmente immobilizzata la giovane madre chiede ai due agenti per quale motivo la stanno arrestando, sostenendo che quella azione di repressione fosse una violazione dei suoi diritti. Sicuramente la violenza con la quale i due agenti l’hanno colpita meriterebbe quantomeno un provvedimento.