CONDIVIDI
terremoto l'Aquila
Pizzoli (Foto Google Maps)

Terremoto a L’Aquila, nuova scossa a 11 km di distanza dal centro: epicentro a Pizzoli

La terra trema di nuovo in una zona già piuttosto tartassata da questa terribile calamità naturale. Terremoto a L’Aquila, in provincia della città abruzzese. Una scossa di una certa portata è stata registrata nella provincia aquilana alle 12.41, con epicentro Pizzoli, una cittadina che si trova a soli 11 km dal capoluogo di provincia. La scossa di terremoto è stata registrata ad una profondità di 10 km ed è stata avvertita distintamente dalla popolazione, compresa quella di L’Aquila. Torna quindi la paura in questa zona che ancora sta contando i danni dell’ultimo terribile terremoto, e proprio per questo ad ogni scossa si verificano comprensibili scene di panico fra la popolazione, che è scesa in strada appena avvertito il terremoto. Per fortuna non si registrano danni a persone o a cose.

Terremoto a L’Aquila, il precedente drammatico del 2009

Naturalmente ogni volta che c’è un terremoto a L’Aquila, anche se di lieve entità, la mente corre subito a quei tragici momenti del 2009. A partire da fine dicembre 2008 fino al 2012, L’Aquila è stata una zona fortemente sismica, con tremendo apice il 9 aprile 2009, alle ore 3:32. Un sisma di magnitudo 6.3 provocò danni incalcolabili: 309 vittime, 1.600 feriti e un danno economico stimato su una cifra che va oltre i 10 miliardi di euro. Alla luce dei danni e delle vittime, il terremoto de L’Aquila è il quinto sisma più distruttivo dell’epoca contemporanea in Italia, dopo quello di Messina del 1908, quello di Avezzano del 1915, quello del Friuli del 1976 e quello dell’Irpinia del 1980.