CONDIVIDI

Isola dei Famosi 2018, dopo la morte di Zuzzurro, Gaspare pensa al suicidio
Tra i partecipanti all’edizione 2018 del reality Show l’Isola dei Famosi, c’è Nino Formicola, in arte Gaspare, che si è lasciato andare a una drammatica confessione: “Dopo la morte di Andrea io ero un po’ sottosopra perché la mia vita stava andando a rotoli. Gaspare c’è ancora e, invece, mi sono ritrovato a 60 anni nel ruolo del debuttante”. Così ha parlato facendo riferimento alla morte di Andrea Brambilla, in arte Zuzzurro, suo sodale per oltre trent’anni. Gaspare si è sfogato con Elena Morali: “E’ stata la prima volta in vita mia, avevo le scatole piene. E’ brutto sentirsi chiedere se da solo ero capace. Alla fine sono convinto che nella vita i cattivi la pagano sempre”. Ma non è stata solo la morte di Zuzzurro a cambiare la sua vita: “Oltre alla morte di Andrea c’è stata la morte di mio padre, la malattia di mia madre, la morte della sorella della mia compagna, insomma è stata un terremoto la mia vita, tutta sottosopra”. Quindi ha definito l’Isola dei Famosi “una cosa televisiva bella, che piaccia ancora a tutti”.

Gaspare commosso: il commento di Alessia Marcuzzi

(screenshot video)

Le parole del comico non hanno lasciato indifferente Alessia Marcuzzi, conduttrice del reality show: “È stato per me un momento molto bello, uno dei più intensi che io abbia mai visto, ti parlo da spettatrice, all’isola dei Famosi, ti voglio fare i complimenti perché tu hai detto  una cosa che non dice molto spesso una persona che va in un programma, in un reality. Tu hai detto una verità, hai raccontato la tua verità e questa cosa è stata davvero potente”.

Gaspare commosso: fu lui ad annunciare la morte dell’amico

(screenshot video)

La coppia era davvero molto unita tant’è che avevamo visto Gaspare commosso anche quando a ottobre 2013 dovette annunciare la morte dell’amico e sodale: “Lui ha affrontato la malattia con grande piglio ed energia. Devo essere onesto, pensavo di essere preparato ma non è così. Mi sono reso conto che per quanto uno possa essere lucido, razionale, cinico, non c’è nulla da fare”, aveva detto Nino Formicola annunciando la morte di Andrea Brambilla. “Zuzzurro e Gaspare da adesso non ci sono più. Punto”, aveva aggiunto. Gaspare aveva anche ricordato: “Era un combattente vero. Voleva tornare in palcoscenico a tutti i costi. Non a caso Veronesi ha scritto un articolo su di lui, proprio oggi, in cui lo citava come esempio”. Gaspare e Zuzzurro si erano conosciuti a metà anni Settanta al Derby Club, tempio del cabaret milanese e da allora erano rimasti indissolubilmente legati.

A cura di Gabriele Mastroleo