CONDIVIDI
ondata di gelo
@GettyImages

Preparatevi all’ondata di gelo in arrivo sull’Italia a fine weekend. Dopo temperature sopra la media e tempo tendenzialmente stabile, ci aspetta un weekend all’insegna della variabilità, con un crollo delle temperature tra sabato e domenica. Ecco che tempo farà sull’Italia.

Meteo: arriva un’ondata di gelo

Le condizioni meteorologiche sostanzialmente buone degli ultimi giorni, con giornate prevalentemente soleggiate e temperature miti ci stanno lasciando per una maggiore variabilità con un rapido  peggioramento che allontanerà l’alta pressione sull’Italia per portare piogge, neve e un brusco calo delle temperature, soprattutto al Centro-Sud.

Sull’Italia sono in arrivo correnti atlantiche che porteranno un peggioramento delle condizioni meteorologiche, con precipitazioni sparse. Tornano a rinforzarsi i venti e la Penisola sarà attraversata da un fronte di freddo intenso. Una perturbazione atlantica sta interessando i settori adriatici meridionali, diretta verso i Balcani, mentre un altro peggioramento arriverà tra sabato e domenica portando piogge soprattutto a Ovest e altre nevicate sulle Alpi, specialmente nei settori di confine.

Le regioni italiane sud-orientali saranno interessate nelle prossime ore da rovesci anche di carattere temporalesco. Sul resto dell’Italia il tempo sarà prevalentemente soleggiato, ma con nuvolosità in aumento da ovest. In serata è attesi un peggioramento sull’alto Tirreno, con precipitazioni in estensione a tutto il Centro Italia e verso il basso Tirreno. Sulle Alpi sono attese deboli nevicate, anche a fondovalle, mentre la neve cadrà più abbondante sui settori di confine. Nevicherà anche sull’Appennino Centrale sopra quota 1.100/1.300 metri.

Domenica 21 gennaio. L’instabilità continuerà al Sud Italia anche nella giornata di domenica, con rovesci e temporali, che però si sposteranno verso est. La neve scenderà sopra quota 1.200/1.400 metri. Sui versanti sud-occidentali di Calabria tirrenica, Messinese e Salento sono attesi fenomeni di moderata intensità. Al Nord Italia ci saranno poche nuvole, più nuvoloso invece sulle Alpi al confine, con possibili nevicate. Nuvoloso al Centro, ma con ampi squarci di sereno e solo piogge locali su Abruzzo orientale e Molise. Qualche precipitazione è attesa in Sardegna. Soffieranno forti venti di Maestrale, mentre al Sud Italia è atteso il crollo delle temperature, anche di diversi gradi. Temperature che invece sarannno stabili altrove.

L’annunciata ondata di gelo, attesa per domenica sera, investirà il Sud Italia, portata da correnti più fresche di origine Nordorientale, come la Bora, ma ancora prima dai venti di Maestrale provenienti da Nord-ovest. Il freddo intenso arriverà al Meridione tra domenica e lunedì.

La diminuzione delle temperature, in primo luogo notturne, sarà provocata proprio dalla concomitanza di Bora e Maestrale, soprattutto sul Centro-Sud.

Le temperature scenderanno bruscamente di 5° o 7°, in alcuni casi anche fino a 10 gradi in meno, e si avvicineranno allo zero sulle zone pianeggianti.

A Roma le temperature passeranno dagli 8 gradi di domenica mattina ai 3 gradi di lunedì, iniziando la settimana con il freddo intenso. Mentre a Napoli la temperatura scenderà da 8° a 4°.

Minore sarà il calo delle temperature nelle ore diurne, con meno 2° o 3° al massimo.

Al Nord, invece, i valori termici non subiranno sostanziali variazioni, restando stabili o con diminuzioni lievi.

Il freddo comunque durerà poco, solo un giorno, perché già a inizio settimana, tra lunedì e martedì, arriverà nuovamente l’anticiclone delle Azzorre, che porterà sul Mediterraneo centrale e dunque sull’Italia temperature in rialzo, tempo più stabile e soleggiato, salvo qualche residuo fenomeno.

Le previsioni del tempo di 3bmeteo.it per lunedì 22 gennaio 2018

Valeria Bellagamba