CONDIVIDI
freddo neve
ROBERT ATANASOVSKI/AFP/Getty Images

Il grande freddo e il gelo sta arrivando sul nostro Paese. E le previsioni nefaste sull’inverno 2017/18 potrebbero avverarsi. Già perché gli esperti del meteo nelle loro previsioni a lungo termine avevano azzardato che quest’inverno sarebbe stato da record per il freddo con delle ondate di aria artica che avrebbero messo sotto zero l’Italia. E a quanto pare è quello che potrebbe succedere. Man mano infatti che ci avviciniamo all’inverno si rafforzano le ipotesi su quello che avverrà nei prossimi mesi e su quello che avverrà anche nei prossimi giorni.

Novembre ci ha dato un assaggio dell’inverno con la Bassa Pressione di Attila che ci ha fatto battere i denti, ma poi ci ha regalato, specialmente al Centro e al Sud, giornate tiepide e soleggiate. Addirittura l’Alta Pressione di questi giorni ha fatto salire le temperature a valori quasi primaverili: in Sicilia si sono toccati i 21 gradi!

Ma questa situazione di primavera a sorpresa durerà molto poco ed anzi avremo un salto verso il basso vertiginoso. Nel giro di pochi giorni ci sarà un calo termico estremamente consistente. Così nelle zone dove attualmente fa più caldo l’escursione termica sarà ancora, ovviamente, più percepita. A Roma ad esempio si passerà da 14 gradi di minima a 3 gradi di minima! E questa ondata che si verificherà da lunedì 27 novembre farà da apripista all’inverno, uno dei più rigidi dell’ultimo secolo.

Arriva il gelo sull’Italia: temperature sotto zero

La perturbazione proveniente dal Nord Europa riuscirà ad insinuarsi già nella nottata di sabato 25 quando lentamente l’Alta Pressione inizierà a dividersi: una parte scenderà verso il Mediterraneo meridionale, un’altra verso l’Islanda. In quest’apertura che si creerà arriverà la perturbazione ed entreranno dalla Porta di Bora i venti freddi settentrionali che porteranno una graduale diminuzione termica.

Lunedì 27 aria gelida sull’Italia con gelate mattutine al Nord. Da martedì 28 entreranno dalla Valle del Rodano altre correnti fredde di origine polare che faranno ulteriormente scendere le temperature portando anche piogge e temporali su gran parte d’Italia. Mercoledì il peggioramento riguarderà anche il Sud Italia e ci sarà un progressivo abbassamento termico con nevicate anche a bassissima quota al Nord.

Le temperature minime saranno inferiori allo zero al Nord e di poco superiori allo zero quelle massime. Al Centro minime di poco più alte dello zero e massime intorno ai 7/8 gradi; al Sud minime intorno ai 6/7 gradi e massime intorno agli 11 gradi.

Inverno 2017/18: inizia il freddo a dicembre

Quest’abbassamento termico di fine novembre e che proseguirà fino alla prima settimana di dicembre farà da apripista per quello che succederà. Dopo quest’ondata avremo un ritorno dell’Alta Pressione, intorno al 9 dicembre, ma pochi giorni dopo assisteremo ad un nuovo arrivo di una Bassa Pressione. A questa si aggiungerà l’arrivo di venti gelidi che potrebbero regalarci un bianco Natale.

A quanto pare infatti l’Italia sarà interessata per buona parte dell’inverno da piogge frequenti e da venti gelidi. Soprattutto le regioni settentrionali saranno esposte ad aria fredda che porteranno nevicate anche in pianura. Al Centro il freddo sarà a fasi alterne e le nevicate saranno in collina. Al Sud il freddo sarà meno intenso, ma comunque presente.