CONDIVIDI
borghi e paesi
Casaforte Passerin d’Entrèves, a Entrèves, frazione di Courmayeur (iStock)

Il territorio italiano è ricco di meraviglie paesaggistiche naturali e urbane. Parchi, laghi, montagne, spiagge, scogliere, vallate e fiumi, stupende città d’arte, ma anche un’infinità di borghi e paesi che rappresentano la caratteristica del nostro territorio e che tutto il mondo ci invidia. Da nessun’altra parte si nota una varietà di paesaggio e un peculiarità pari a quella degli agglomerati di case, con castello, torri e campanili, adagiati su colline, arrampicati sui monti, raggruppati in pianure o arroccati su scogliere. Sono i borghi e paesi d’Italia, ognuno con il suo aspetto tipico e inconfondibile. Autentiche meraviglie che spesso nemmeno gli italiani conoscono. Ora una classifica dei più belli è stata stilata dal portale Skyscanner.

Borghi e paesi d’Italia: i più belli

Il portale per la ricerca dei voli più economici, di hotel e auto a noleggio, Skyscanner, ha pubblicato una classifica dei 20 borghi e paesi d’Italia più belli. Una classifica per forza di cose parziale e inevitabilmente soggettiva, ma è comunque interessante scoprire quali sono le preferenze del portale e vedere se coincidono con le nostre. In ogni caso è un viaggio, seppur virtuale, tra le bellezze del nostro territorio e un’occasione per segnarsi in agenda i posti da vedere o rivedere. La classifica viene redatta da Skyscanner tutti gli anni e si rinnova di continuo. Ecco la top 20 del 2017.

Courmayeur. Valle d’Aosta

Courmayeur (Thinkstock)

Al primo posto della classifica dei 20 borghi e paesi più belli d’Italia troviamo un villaggio di montagna, Courmayeur, in Valle d’Aosta, incastonato tra spettacolari montagne, su tutte l’imponente Monte Bianco. Circondata da verdi vallate e piste da sci, la cittadina è una meta di vacanza per tutto l’anno. Il centro storico è grazioso e vivace, con tutto quello che desiderate per lo shopping.

Orta San Giulio. Piemonte

Orta San Giulio, Salita della Motta (Torsade de Pointes, Wikicommons)

Il delizioso borgo di Orta San Giulio si affaccia sulla sponda orientale del Lago d’Orta e guarda all’isola di San Giulio. È inserito nel circuito dei Borghi più belli d’Italia e ha la Bandiera Arancione del Touring Club. Si tratta di un incantevole borgo sul lago, con edifici e palazzi storici, affacciati su piazze e stradine caratteristiche, che si arrampicano sull’altura sulla quale sorge il borgo. Ottima la cucina locale.

Portovenere. Liguria

Portovenere, chiesa di San Pietro, al tramonto (uca Casartelli, CC BY-SA 2.0, Wikicommons)

Un fantastico borgo di pescatori affacciato sul mare, appena fuori La Spezia, e con un promontorio roccioso dal quale svetta una graziosa chiesa. Portovenere sorge sul Golfo dei Poeti a due passi dalle Cinque Terre e la sua caratteristica sono gli stretti palazzi colorati, addossati uno contro l”altro. Un posto molto romantico. Da visitare anche il Castello Doria.

Varenna. Lombardia

cosa vedere al lago di como varenna
Varenna, Lago di Como (iStock)

Quello di Varenna è uno dei borghi più pittoreschi affacciati sul Lago di Como. Meta amatissima dai turisti stranieri che vengono in Italia. Varenna guarda verso Bellagio, altro bellissimo borgo del lago, a cui è collegato con un servizio di battelli. La caratteristica di Varenna sono i vicoli e le scalinate del centro storico, tra case colorate. Da non perdere la passeggiata degli innamorati, formata da una passerella sospesa sull’acqua che conduce fino all’imbarcadero.

Bressanone. Alto Adige

Bressanone (iStock)

La splendida Bressanone, in Alto Adige, è una città da visitare non solo per il suo bellissimo mercatino di Natale, uno dei più belli d’Europa, ma anche e soprattutto per il suo centro storico ricco di monumenti, chiese e palazzi storici di quella che è stata una importante sede vescovile. La chiesa più bella è importante è ovviamente la Cattedrale, con i suoi campanili gemelli e gli interni riccamente decorati. Da visitare anche i portici. Lo stile architettonico del centro storico è quello tipico tirolese.

Battaglia Terme. Veneto

Battaglia Terme (sandro visintin – Flickr, CC BY 2.0, Wikicommons)

Meno conosciuto, ma dea visitare è il paese di Battaglia Terme, in provincia di Padova, a ridosso dei Colli Euganei. Si trova tra Montegrotto Terme e Monselice. Il borgo è attraversato dal fiume Bacchiglione e da un canale, che gli conferisce un aspetto pittoresco. Come dice il nome, anche questo paese è un centro termale. Da visitare appena fuori il paese il Castello del Catajo.

Fagagna. Friuli Venezia Giulia

Fagagna (Wikipedia)

Anche Fagagna è poco conosciuta, eppure questo delizioso borgo della provincia di Udine fa parte del circuito dei Borghi più belli d’Italia. Il paese è incastonato in un paesaggio bellissimo e il suo centro storico anticamente era dominato dal castello medievale, di cui oggi rimangono solo dei ruderi. A pochi chilometri si trova la frazione di Villalta che ospita un castello medievale successivamente ricostruito dopo essere stato distrutto da un’insurrezione popolare e dal terremoto.

San Leo. Emilia Romagna

San Leo (Toni Pecoraro, Wikicommons, pubblico dominio)

San Leo è un meraviglioso borgo in provincia di Rimini, situato su un costone roccioso che svetta in mezzo alla campagna, in cima al quale sorge l’imponente fortezza, a strapiombo da una ruope. Un borgo veramente suggestivo, rimpianto dei marchigiani che lo hanno perduto nel 2009 quando con un referendum gli abitanti hanno votato per passare dalla provincia di Pesaro a quella di Rimini. Il borgo ha conservato il centro storico medievale.

Radda in Chianti. Toscana

Radda in Chianti (iStock)

Nel cuore della splendida campagna senese, nelle Colline del Chianti sorge l’incantevole borgo di Radda in Chianti. Un piccolo borgo medievale ma ricco di edifici storici, con palazzi, chiese, pievi e un’area archeologica. Una tappa culturale e anche gastronomica per assaggiare l’ottimo vino e i piatti locali.

Castelluccio di Norcia. Umbria

Castelluccio di Norcia (Gennaro Leonardi iStock)

Tra i borghi e paesi più belli d’Italia Skyscanner inserisce anche Castelluccio di Norcia. Una scelta sicuramente indovinata, bisogna ricordare però che il borgo purtroppo è stato devastato dai terremoti di ottobre 2016. Il suo centro storico è chiuso perché zona rossa. I residenti stanno riaprendo le attività negli edifici appena fuori il borgo che non sono stati lesionati, andate pure in quelle zone per acquistare le specialità locali e dare una mano alla ripresa economica di questi luoghi che ne hanno molto bisogno. Dalle alture del borgo avrete poi una magnifica vista sulla Piana di Castelluccio.

Urbino. Marche

Urbino (iStock)

Il bellissimo centro storico rinascimentale di Urbino ha avuto il riconoscimento di Patrimonio Unesco dell’Umanità. La città dei Duchi di Montefeltro e di Raffaello Sanzio, sede universitaria, offre scorci meravigliosi sui panorama urbano e rurale circostante, con una vista dalle terrazze panoramiche che spazia fino alle montagne. Passeggiare per le vie, i vicoli, scendere e salire strade ripide e scalette vi trasporterà in un luogo dove il tempo sembra essersi fermato. Una meraviglia da visitare assolutamente.

Civitella del Tronto. Abruzzo

Civitella del Tronto (Matteo Mangiacotti, CC BY-SA 3.0, Wikipedia)

In Abruzzo, al confine con le Marche, sorge su una rupe della Val Vibrata Civitella del Tronto, cittadina dominata da un’imponente fortezza, tra le più grandi d’Europa. Civitella fa parte del circuito dei Borghi più belli d’Italia e ha un centro storico ricco di monumenti, palazzi, chiese, santuari e abbazie. La cittadina ospita anche la “ruetta” una delle vie più strette d’Italia.

Arpino. Lazio

Arpino (Gerry Scappaticci, CC BY 2.0, Wikipedia)

Un altro bel borgo da visitare è Arpino, in provincia da Frosinone. Sorge sulle alture che dominano la valle del Liri, a pochi chilometri da Isola del Liri e da Sora. Il paese, circondato da boschi e uliveti, ha un centro storico pieno di monumenti interessanti: palazzi, chiese, fortificazioni e l’Acropoli risalente all’età del ferro. Ad Arpino è nato Cicerone e qui ogni anno si svolge il Certamen Ciceronianum Arpinas, la gara di traduzione in latinoa cui partecipano i migliori studenti da tutto il mondo.

Pisciotta. Campania

Costa di Pisciotta, con Capo Palinuro (AleBonvini, Flickr, CC BY 2.0, Wikicommons)

Pisciotta è un borgo abbarbicato sulle alture della costa rocciosa del Cilento, in Campania, con una spettacolare vista sul Mare Tirreno. Il nucleo del paese ha conservato l’impianto medievale, con casette in pietra attraversate da vicoli caratteristici. A valle c’è Marina di Pisciotta con la sua spiaggia bianca e l’acqua trasparente e turchese.

Torella del Sannio. Molise

Torella del Sannio (Nicola Messere, CC BY-SA 3.0, Wikipedia)

Questo è un caratteristico borgo di origine medievale si raccoglie intorno al castello dell’XI secolo e alla vicina chiesa di San Nicola. Fu fondato dai Longobardi con la costruzione di una torre del IX secolo. Il paese di Torella del Sannio sorge su due colli: il “Colle” che forma la parte nuova ed il “Ciglione” dove si trovala parte più antica del paese, con il castello e la chiesa che lo dominano. Il 16 agosto si celebra qui la Sagra dello Scattone, un particolare piatto tipico a base di pasta condita con vino, zucchero, pepe o peperoncino. Il paese si trova a nord di Campobasso.

Monte Sant’Angelo. Puglia

Monte Sant’Angelo, Grotte (Mazaki, GFDL, Wikipedia)

Splendido borgo di case bianche nella parte meridionale del Gargano, Monte Sant’Angelo è famoso per il Santuario di San Michele Arcangelo. Il paese è di origine medievale, fondato dai Longobardi che realizzarono in una grotta il santuario dedicato a San Michele, oggi Patrimonio Unesco. Il paese merita di essere visitato anche per le case e viuzze del suo centro storico. Da vedere anche il Castello longobardo di Monte Sant’Angelo.

Rivello. Basilicata

Rivello (Pixabay)

Un paese arrampicato sulle alture del Monte Sirino, le cui origini risalgono all’Alto Medioevo. Il centro storico di Rivello ha numerosi monumenti, tra palazzi storici, chiese e santuari. Scopriteli passeggiando tra vicoli e stradine. Dal borgo si ammira una eccezionale vista sulle montagne circostanti e la sottostante Valle del Noce.

Papasidero. Calabria

Papasidero (Pixabay)

Da visitare in Calabria il grazioso borgo di Papasidero, in provincia di Cosenza, nell’entroterra di Scalea. Anche questo paese sorge tra la montagne in una zona ricoperta di boschi. Il paese è compreso nella Riserva naturale della Valle del Fiume Lao, che scorre sotto il paese. Un luogo dove praticare rafting e fare escursioni. Poco più a nord si trova la Grotta del Romito, una delle più importanti testimonianze dell’arte rupestre del Paleolitico in Italia. Da vedere anche il Santuario della Madonna di Costantinopoli.

Scicli. Sicilia

Scicli (Ilaria, Flickr, CC BY SA 2.0)

Scicli è una bella città della Sicilia, in provincia di Ragusa, divenuta molto famosa grazie alla serie tv del Commissario Montalbano, che qui ha ambientato alcune scene. La città sorge sui Monti Iblei e il suo centro storico si caratterizza per i monumenti barocchi, soprattutto chiese, la più importante è la Chiesa Santa Maria la Nova. Le strade del centro hanno una pavimentazione in travertino e sono abbellite da palme. I monumenti barocchi di Scicli fanno parte del Patrimonio Unesco diffuso delle Città trado barocche del Val di Noto.

Posada. Sardegna

Posada, spiaggia di Spiaggia Sos Iscraios (spiaggesarde.altervista.org)

Conclude la classifica uno splendido borgo arrampicato su una rupe calcarea con vista sul mare. Si tratta dell’incantevole Posada, in Sardegna, sul versante nord-orientale dell’isola. Sotto al paese c’è il territorio selvaggio delle lagune, poi la spiaggia, una lunga, soffice striscia di sabbia bianca affacciata su un mare turchese e trasparente. Sul punto più alto di Posada svetta la torre dell’antico castello. Un luogo suggestivo, da segnare in agenda.

Courmayeur