CONDIVIDI
viaggi in pullman low cost
Autobus low cost Flixbus (MichaSpa, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)

Aveva scatenato furiose polemiche qualche mese fa la norma “anti” Flixbus, l’azienda tedesca di viaggi in pullman low cost che collega le principali città europee. Un mezzo di trasporto molto economico, adatto a giovani e studenti, ma anche anziani e in generale a chi non può permettersi viaggi più costosi, nemmeno con aerei low cost o a chi ha paura di volare.

Flixbus ha scarrozzato in lungo e largo per l’Europa tantissimi passeggeri a bordo dei sui pullman turistici dotati di tutti i comfort. Viaggi lunghi ma non per questo scomodi. Poi, nei mesi scorsi è arrivata una tegola sull’azienda, ma soprattutto sui suoi utenti: una norma introdotta con il decreto Milleproroghe che di fatto impediva alla società di operare in Italia, escludendola di fatto dal mercato dei trasporti.

La norma prevedeva che le autorizzazioni alle tratte interregionali potevano essere concesse soltanto a chi avesse come “attività principale è il trasporto di passeggeri su strada“. Una condizione che di fatto tagliava fuori Flixbus che è prima di tutto una piattaforma sul web. L’amministratore delegato Andrea Incondi aveva attaccato il legislatore, parlando di un blitz contro l’azienda. La norma “anti Flixbus” aveva scatenato anche le proteste dei viaggiatori.

Non essendo stata ancora definitivamente approvata, la norma si è ripresentata in questi giorni nei lavori parlamentari sulla manovra economica, con cinque emendamenti a loro volta ribattezzati “anti Flixbus”, perché avrebbero ridotto di molto la possibilità di operare per gli autobus low-cost a lunga percorrenza. Gli emendamenti però sono stati respinti in commissione al Senato, per accelerare la discussione sulla manovra economica, Flixbus è salva e i passeggeri italiani potranno continuare a muoversi con i pullman low cost anche in Italia.

“La concorrenza è salva, certezza del diritto pure”, ha dichiarato su twitter Andrea Mazziotti (Civici e Innovatori), presidente della commissione Affari Costituzionali di Montecitorio.

Non solo. Anche chi affitta case e appartamenti su Airbnb può esultare: è stato dichiarato inammissibile l’emendamento che voleva una cedolare secca al 10% per tre anni per gli affitti brevi.

Viaggi in autobus e affitti low cost sono salvi.

Viaggi in pullamn low cost con Flixbus