CONDIVIDI

L’hanno organizzata sul serio, è la “gara nazionale di rutti” e si terrà domenica 24 settembre a Ingria, un paesino in Piemonte nella Val Solana. L’inizio è previsto alle ore 15.00 e saranno due ore di rutto libero. Chissà se mangeranno prima la frittatona di cipolla accompagnata da birra gelata, come nei film del compianto Fantozzi.

Gara di rutti: un evento nazionale

Tutto è partito dalla associazione e pagina Facebook L’Ignorante, che già in passato ha organizzato iniziative “sui generis”. Come l “Giornata nazionale contro il risvoltino”. Eventi goliardici, ma a scopo di beneficenza. Divertirsi sì, ma con l’impegno di raccogliere fondi per sostenere cause benfeiche. I fondi raccolti da L’Ignorante saranno devoluti all’associazione “Speaker senza confini”, attiva nel Canavese.

Questa volta si sono spinti verso un’iniziativa più “radicale”, una gara nazionale di rutti, programmata all’inizio in pieno centro a Torino: l’elegante Piazza Castello. Una scelta che aveva sollevato un putiferio, con tanto di polemiche politiche, dando ulteriore notorietà alla manifestazione. Il senatore del PD Stefano Esposito aveva criticato duramente l’iniziativa, definendola un segnale di degrado della città. La sindaca di Torino Chiara Appendino, del Movimento 5 Stelle, aveva risposto alle accuse precisando che l’evento non era stato autorizzato dal Comune, Nè era pervenuta alcuna richiesta, ma si trattava di una iniziativa spontanea, nata da un evento Facebook. Per ribattere, la Appendino aveva “offerto” scherzosamente l’evento al sindaco di Milano, Sala.

Esclusa l’ipotesi di Torino, è stato trovato un altro comune pronto ad ospitare la gara nazionale di rutti, il piccolo paese di Ingria, a circa 60 km da Torino, in Val Soana. Un piccolo borgo di montagna di soli 46 abitanti, uno dei comuni meno popolosi d’Italia, a pochi passi dal Parco Nazionale del Gran Paradiso, nel Canavese. L’evento è stato inserito nella locale “Festa della polenta“. Per il piccolo borgo piemontese è un momento di popolarità nazionale.

Per partecipare alla gara di rutti non sono previsti limiti di età, chiunque potrà cimentarsi. “La giuria popolare decreterà il vincitore in base al rutto più teatrale, rumoroso e stupefacente”, ha spiegato Alex Metticelli, dj ideatore della pagina Facebook L’Ignorante.

VIDEO: I Simpson, Gara di rutti