ViaggiNews

Meteo impazzito, nubifragi a Livorno e Roma: cosa fare se vi trovate qui in vacanza

lunedì, 11 settembre 2017

meteo impazzito

Nubifragio a Roma (YouReporter.it)

Meteo impazzito sull’Italia. I nubifragi violentissimi che hanno colpito l’Italia tirrenica hanno provocato purtroppo morti e devastazioni. La situazione più drammatica è stata a Livorno, ma anche a Roma ci sono stati disagi, mentre ora il maltempo si sta spostando a Sud.

Meteo impazzito a Livorno e Roma

Il nubifragio che ha investito Livorno domenica 10 settembre ha sommerso la città fin dalle prime ore del giorno. Gli abitanti sono stati sorpresi nella notte da un’ondata di acqua e fango e purtroppo una famiglia di madre, padre, nonno e bambino non ce l’ha fatta rimanendo intrappolata nella loro casa seminterrata. Si è salvata solo la bambina, figlia della coppia, messa in salvo dal nonno e da un vicino di casa. Purtroppo altre persone sono morte a Livorno, segnando un bilancio pesantissimo: sei morti e due dispersi. L’allerta maltempo era stata emessa per sabato e domenica su Genova e la Liguria, ma il ciclone che si è formato sul Mar Ligure, a causa della perturbazione atlantica che ha investito l’Italia, invece di colpire Genova ha investito Livorno. Una tempesta a sorpresa che ha rovesciato sulla città toscana in poche ore “200 millimetri di pioggia che hanno comportato l’esondazione di molti rii con un’ondata di acqua che ha letteralmente travolto la città, fatto crollare infrastrutture provocando smottamenti”, ha spiegato il sindaco della città, Filippo Nogarin.

La situazione a Livorno è gravissima. Oltre alle vittime, larga parte della città è stata allagata e invasa dal fango. Molte automobili sono state trasportate dalla furia della corrente e distrutte. Anche la stazione ferroviaria è stata allagata. Molte strade sono ancora chiuse, fangose e allagate. L’allerta meteo per pioggia continua anche oggi. Le scuole oggi a Livorno rimangono chiuse. Il provvedimento di chiusura della scuole è stato preso per evitare intasamenti delle strade e consentire alle squadre del pronto intervento di muoversi meglio nei quartieri.

I soccorritori assistono le famiglie che hanno subito danni alle abitazioni e sono al lavoro per riportare la città alla normalità. In molte abitazioni è venuta a mancare la corrente elettrica. Sono più di 2000 le persone al buio. Sono crollati due ponti, uno in via Remota (sulla provinciale 8 che porta al Gabbro), l’altro in via Vallicelle a Limoncino, lungo la provinciale 5. Riguardo alla viabilità cittadina, le situazioni più critiche sono nella zona di Montenero e in via Firenze.

A seguito dell’allagamento per nubifragio, la stazione dei treni di Livorno era stata chiusa e la linea ferroviaria Tirrenica era stata interrotta tra Pisa e Campiglia, con i convogli deviati via Firenze-Pisa. Il traffico ferroviario sta tornando lentamente alla normalità: già ieri pomeriggio è stato riattivato il binario destro della linea da Livorno a Vada, anche se a velocità ridotta, mentre l’attività dell’altro binario è ripresa in tarda serata. I treni a lunga percorrenza saranno dirottati sulla linea Tirrenica.

Nel Livornese, a Quercianella è stato evacuato un campeggio. Problemi e disagi si sono verificati anche a Pisa. A San Giorgio, nel Pisano, quattro ragazze sono rimaste bloccate con la loro auto in un sottopasso e hanno trovato rifugio sul tetto del veicolo, fino all’arrivo dei vigili del fuoco che le hanno salvate. Il comando regionale dei pompieri ha mandato rinforzi da Arezzo, Lucca, Massa, Siena, Firenze, e Grosseto: a Pisa sono al lavoro 40 unità, a Livorno 90 ed è stato inviato anche il nucleo sommozzatori e soccorritori fluviali da Firenze. Il numero di richieste di aiuto ai vigili del fuoco continua: 250 sono gli interventi in attesa a Livorno e 270 a Pisa. Nelle ultime 24 ore in tutta la Regione, i vigili del fuoco hanno effettuato 521 interventi. Rinforzi dei vigili del fuoco sono arrivati anche da altre regioni d’Italia.

Il maltempo ieri ha creato disagi anche Roma, sebbene non come a Livorno. Sono state allagate numerose strade della Capitale, con l’acqua fuoriuscita dai tombini. Acqua anche nella metropolitana, con temporanea chiusura di alcune stazioni della metro A e B, poi riaperte. In via del Foro Italico la tettoia di un distributore di benzina è caduta su un’auto, a bordo della quale c’era una coppia, fortunatamente solo lievemente ferita. Numerosi interventi per allagamenti sono stati effettuati dai vigili del fuoco a Roma città e nei dintorni. Nel quartiere Flaminio ieri si è interrotta la corrente elettrica e ancora oggi funziona a intermittenza. Numerose interruzioni si sono verificate sulle strade. La situazione nella Capitale sta tornando alla normalità.

Il maltempo, ora, è arrivato al Sud, con un forte acquazzone che ha colpito la città di Palermo. Diverse strade sono state allagate e numerosi alberi sono stati abbattuti. Le zone più colpite sono state quelle nella zona meridionale della città, da via Messina Marine ad Altavilla Milicia. A Cefalù si sono allagati alcuni sottopassi.

Due voli Ryanair, il Palermo-Roma delle 6.25 e il Palermo-Verona delle 6.30, sono stati cancellati a causa del maltempo. Gli altri voli, al momento, sono regolari.

Nubifragi con forti raffiche di vento hanno colpito anche Catania, sempre con allagamenti e alberi divelti.

VIDEO: meteo impazzito a Roma

Tags:

Altri Articoli Interessanti: