ViaggiNews

Case Cantoniere gratis: ecco come fare per averle

mercoledì, 2 agosto 2017

bando casa cantoniera

Le avete sempre guardate con un po’ di ammirazione e curiosità quelle case rosse, le Case Cantoniere, che si trovano lungo le strade d’Italia, nei sentieri o vicino alle stazioni. Ecco ora quella case potrebbero essere vostre. E le potreste avere gratuitamente. A patto che voi siate pronti a farle vivere nuovamente creando b&b, centri artistici, punti di ristoro o qualsiasi altro servizio utile al viaggiatore che migliori l’offerta turistico-culturale di un territorio.

L’Agenzia del Demanio continua – dopo l’iniziativa Valore Paese del 2015 e 2016 –  quindi a cedere, attraverso dei bandi, alcune sue proprietà al fine di una rivalutazione del suo patrimonio e di un miglioramento dei servizi. In collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali, con l’Anas e gli Enti Territoriali, l’Agenzia del Demanio ha indetto il Bando Cammini e Percorsi che prevede la concessione gratuita di beni dello Stato o di altri Enti Pubblici situati lungo itinerari storici, religiosi o percorsi ciclopedonali.

Si tratta sia di proprietà come masserie, rifugi, case cantoniere, caselli sia di immobili di pregio come monasteri, castelli e ville. Il fine è che questo patrimonio demaniale venga salvaguardato, recuperata e riusato. Come detto queste proprietà si trovano lungo dei sentieri o all’interno di itinerari storico, artistici, religiosi, quindi la destinazione di riuso può essere qualsiasi attività che offra servizi al turista – ciclista, pellegrino etc – in funzione di sosta, svago e relax. Ossia b&b, ristoranti, centri informativi, centri artistici e così via. Insomma lo Stato vi dà gratuitamente una sua struttura, a voi il compito di mantenerla in piedi e renderla un punto di attrazione che aumenti l’offerta turistica e culturale del territorio.

Come partecipare al bando

Per partecipare al Bando è necessario essere un’impresa o un’associazione con soci under 40 anni e presentare un progetto turistico che sia ad elevato potenziale, ovvero che rappresenti una risorsa per quel territorio. Nel caso di vittoria verrà data una concessione gratuita per 9 anni (rinnovabili per altri 9 anni).

Il progetto presentato non deve prevedere l’offerta economica, in quanto non sarà quello uno dei criteri di scelta. La valutazione infatti sarà fatta sulla base della qualità del progetto, del suo impatto sul territorio e delle attenzioni poste per la tutela dell’ambiente.

 

Sul sito dell’agenzia del Demanio trovate il bando (qui) e tutte le informazioni relative. Vi ricordiamo che la scadenza è l’11 dicembre 2017.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: