ViaggiNews

Stelle cadenti nel cielo d’estate: si comincia a luglio

martedì, 4 luglio 2017

Stelle cadenti (iStock)

Arrivano le stelle cadenti e non c’è bisogno di aspettare il mese di agosto e la classica notte di San Lorenzo. Già da luglio possono osservarsi i primi sciami di meteore nel cielo d’estate. Lo comunica l’Unione Astrofili Italiani, segnalando che nella prima metà del mese aumenteranno gli sciami. Sarà possibile vedere anche più di 20 meteore all’ora. Un autentico spettacolo di pioggia di stelle cadenti, che potremo ammirare purché il cielo sia limpido e privo di inquinamento luminoso.

Stelle cadenti a luglio: quando vederle

Le prime meteore che vedremo questo mese nel cielo notturno sono le beta Capricornidi. La loro particolarità sta nell’essere delle meteore lente e molto brillanti in cielo, che tendono a frammentarsi nel contatto con l’atmosfera con una suggestiva esplosione finale. Anche i più distratti potranno vederle. Il picco dello sciame meteorico delle beta Capricornidi è atteso per il 12 luglio.

Le altre stelle cadenti che vedremo a luglio sono le Aquilidi, la loro corrente attraverserà un’area compresa tra le costellazioni dello Scudo e dell’Aquila. Il loco picco è previsto tra il 17 e il 18 luglio.

Lo sciame delle omicorn Draconidi, dalla costellazione del Dragone, transiterà nel cielo del 18 luglio. Le alfa Cignidi, dalla costellazione del Cigno, saranno visibili tra il 20 e il 21 luglio. Infine le meteore delta Acquaridi, dalla costellazione dell’Acquario, potranno vedersi a fine mese.

Spettacoli da non perdere e da ammirare in luoghi dove l’oscurità è favorevole. Nelle campagne poco illuminate, in barca in mezzo al mare, lontano dalle luci della costa. O meglio ancora in montagna, dove il cielo sembra più vicino, magari in un rifugio isolato.

Non solo stelle cadenti. Il cielo di luglio offre anche altri spettacoli da non perdere. Potremo assistere a diverse congiunzioni tra la Luna e pianeti. Luglio è anche l’unico mese del 2017 con cinque fasi lunari: primo quarto, Luna piena, ultimo quarto, Luna nuova, primo quarto. Lo scorso primo luglio, la Luna al Primo Quarto si è avvicinata a Giove, nella notte tra il 6 e il 7 luglio, invece, il nostro satellite sarà in congiunzione con Saturno. All’alba del 19 luglio ci sarà in cielo uno spettacolo da non perdere con un concentrazione di astri nella costellazione del Toro, con la falce di Luna calante, l’ammasso stellare delle Pleiadi, la stella Aldebaran ed il pianeta Venere. Programmate la sveglia.

All’alba del 20 luglio, la Luna si avvicinerà a Venere. La sera del 28 luglio, nel nuovo primo quarto, la Luna si ricongiungerà nuovamente con Giove, nella nella costellazione della Vergine.

Giove si potrà ammirare nel cielo notturno tutto il mese di luglio, dopo il tramonto del Sole e fino a mezzanotte, quando scenderà basso sull’orizzonte a Ovest. Anche Saturno sarà ben visibile, cercatelo nella costellazione dell’Ofiuco. Il pianeta Venere, come al solito, sarà visibile al mattino presto, prima del sorgere del Sole.

Il mese di luglio permette anche di vedere Plutone, questa volta con il telescopio. Il 10 luglio il pianeta nano si troverà in opposizione al Sole e sarà quindi visibile per tutta la notte, a Sud nella costellazione del Sagittario.

Avete molti buoni motivi per trascorrere luglio con il naso all’Insù.

Altre informazioni le trovate sul sito web dell’Unione Astrofili Italiani.

VIDEO: stelle cadenti

Tags:

Altri Articoli Interessanti: