ViaggiNews

Meteo, finisce la primavera: arriva il gelo e i temporali

lunedì, 17 aprile 2017

GIUSEPPE CACACE/AFP/Getty Images)

La Pasquetta 2017 sotto il profilo meteorologico è stata molto generosa con l’Italia. Se il giorno di Pasqua diverse zone del nostro Paese se la sono dovuta vedere con piogge e temporali, il lunedì dell’Angelo è andata decisamente meglio e la scampagnata con relativo pranzo all’aperto è salvo. In più le tiepide temperature primaverili stanno regalando una giornata molto piacevole. Insomma, la Pasquetta è andata decisamente bene.

Ecco, sarà il caso di godercelo e ricordarcelo questo giorno, perché il tempo sta per cambiare nettamente. E’ infatti in arrivo – e gli esperti del meteo lo avevano detto – una brusca inversione di rotta che ci farà piombare in un clima autunnale. Dalla primavera passeremo così all’autunno per poi tuffarci nell’estate, o almeno questo è quanto prevedono i meteorologi per i prossimi 15 giorni.

D’altronde la variabilità è una delle caratteristiche principali del periodo primaverile e questa primavera 2017 non fa eccezione. L’unica notazione è che le variazioni sono molto sensibili, ossia il calo termico e le condizioni meteo sono proprio opposte.

Quindi prepariamoci che da martedì 18 aprile dovremo fare i conti con una perturbazione che gli esperti del meteo hanno ribattezzato Spring Storm, ossia tempesta di primavera. Questa perturbazione resterà sul nostro Paese fino al prossimo weekend, intorno al 22-23 aprile. Dopo di che avremo una tregua e sul finire del mese ce la dovremo vedere con Caronte, l’anticiclone africano che farà innalzare i valori termici dandoci il primo assaggio dell’estate che ci aspetta.

Spring Storm aprile 2017: temporali e gelo. Crollo termico

L’Alta Pressione responsabile del bel tempo di Pasquetta è in movimento. Si sta muovendo verso il Nord Europa e precisamente verso la Scandinavia. Questo spostamento per effetto domino innesca il movimento di correnti fredde di origine artica che inizieranno a scendere verso Sud.

L’Aria fredda si incanalerà nella zona orientale ed entrerà in Italia dalla cosiddetta Porta di Bora, ossia con i venti  freddi dell’est delle regioni nordorientali del nostro Paese. Questa situazione farà abbassare il termometro ovunque in Italia e porterà temporali in molte regioni e instabilità nelle altre.

Nella giornata di martedì 18 le prime zone a fare i conti con il maltempo saranno il Veneto, l’Emilia Romagna e le regioni adriatiche. L’aria fredda e la pioggia si insinueranno poi anche verso il Centro Italia sul Lazio e la Toscana. Su tutti questi settori spirerà il vento freddo di Bora. Tornerà anche la neve nelle zone appenniniche sopra i 1500 mt e a quota sotto i mille sui versanti adriatici.

Spring Storm continuerà per diversi giorni interessando maggiormente le regioni adriatiche, ma regalando instabilità nelle altre zone tirreniche ed occidentali con alternanza fra nuvolosità intensa e cielo soleggiato. Ovunque ci sarà un abbassamento termico: le massime che in questi giorni sono state intorno ai 20/22 gradi (nella giornata di Pasquetta anche fino a 25 gradi) scenderanno a 15/17 gradi. Le minime sulla Pianura Padana saranno intorno allo zero. Poco di più (5/6 gradi) sul resto del Centro e del Nord, qualcosa in più al Sud tirrenico ma comunque al di sotto della media del periodo.

 

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: