ViaggiNews

Weekend a Venezia: cosa fare e vedere

venerdì, 17 febbraio 2017

Weekend a Venezia. L’inestimabile patrimonio di ricchezze che rende unica la città di Venezia richiede più di una vacanza per essere visitato a fondo. Per chi ha poco tempo o vuole o può visitare la meravigliosa città lagunare in un solo weekend è tuttavia possibile vedere i capolavori più famosi e anche gli angoli meno turistici della città. Basta avere qualche accortezza e preparare per tempo e con cura la visita. Qui di seguito vogliamo darvi alcuni suggerimenti in merito, sui posti che non potete perdere assolutamente nella vostra visita alla città lagunare.

Weekend a Venezia: le bellezze da vedere e le attività da fare

Prima di tutto per godervi la città lagunare in un weekend, consigliamo di raggiungere Venezia in treno. La stazione centrale di Santa Lucia si affaccia proprio all’inizio del Canal Grande e da lì potete andare subito alla scoperta della città, attraversando il Ponte degli Scalzi o camminando verso la zona popolare di Cannaregio. Raggiungere Venezia in treno invece che in auto vi eviterà il traffico sul ponte di accesso e soprattutto la trafila della ricerca del parcheggio in Piazzale Roma, tra l’altro piuttosto costoso. Arrivare a Venezia in treno, da varie città d’Italia, è facile. Se proprio non riuscite a fare a meno dell’auto, consigliamo di lasciarla a Mestre.

Ecco invece i suggerimenti su cosa fare e dove andare in un weekend a Venezia.

Giro in vaporetto sul Canal Grande

venezia

Venezia, Rialto

La prima cosa che tutti fanno appena arrivati a Venezia è quella di prendere il classico vaporetto. Il mezzo di trasporto pubblico più usato, da residenti e turisti, nella città lagunare. Imbarcarsi a Piazzale Roma o alla stazione di Santa Lucia sul vaporetto n.1 che va a San Marco vi permetterà di ammirare in tutta la sua bellezza il magnifico Canal Grande, i sontuosi palazzi che vi si affacciano e i ponti storici, su tutti il Ponte di Rialto. Già questa è una bella vista complessiva sulla città, che vi premetterà di cogliere il cuore di Venezia. In arrivo a Piazza San Marco, potrete notare sulla destra la Basilica di Santa Maria della Salute, con la grande cupola, e la Punta della Dogana. Qui il Canal Grande termina e si apre verso la laguna. Il vaporetto ferma all’approdo di Vallaresso, vicino Riva degli Schiavoni. Una volta scesi dal mezzo in un attimo siete a Piazza San Marco. Qui nella grande piazza potrete ammirare alcuni dei monumenti più belli al mondo: la Cattedrale di San Marco, il Campanile, il Palazzo Ducale, la Torre dell’Orologio con i Mori, i lunghi portici. Siamo nel salotto della città. Il vaporetto impiega circa 40 minuti a percorrere tutto il Canal Grande. Il diretto è quello più veloce, ma se volete ammirare con calma i palazzi lungo il canale consigliamo di prendere quello che impiega più tempo. Per informazioni sui trasporti a Venezia: actv.avmspa.it

Itinerario a piedi

Chiesa di San Polo (Didier Descouens, CC BY-SA 4.0, , Wikicommons)

Se invece amate camminare e volete addentrarvi per calli e campielli, salendo e scendendo da ponti sui canali, alla scoperta della Venezia profonda, vi suggeriamo l’itinerario a piedi che da Santa Lucia arriva a San Marco tagliando la città. In poco meno di mezz’ora arriverete a destinazione. Usciti dalla stazione di Santa Lucia attraversate il Ponte degli Scalzi su Canl Grande, entrando nel Sestiere Santa Croce e proseguendo verso San Polo. Seguendo il percorso un più più lungo potrete ammirare tanti piccoli e grandi gioielli, fino ad arrivare in Campo San Polo, l’altra grande piazza di Venezia, seconda solo a Piazza San Marco. Su Campo San Polo si affacciano splendidi palazzi in stile veneziano e l’abside della bella Chiesa di San Polo. Al centro della piazza c’è un pozzo. Proseguite in direzione di San Silvestro, qui nell’omonimo campo trovate la basilica dedicate al Santo. Quindi continuate in direzione del Canal Grande, fino a Riva del Vin, che risalirete per prendere il Ponte di Rialto. Salite sul bellissimo ponte e fermatevi pure a guardare il Canal Grande con il suo frenetico viavai di vaporetti, motoscafi e gondole, scattate qualche foto e rimettetevi in cammino. Scesi dal ponte proseguite per il bel quartiere di Rialto, dove sorge lo storico mercato, e seguite le indicazioni per Piazza San Marco, passando dietro la chiesa di San Salvador. Ancora un po’ di strada e sbucherete sotto alla Torre dell’Orologio. Un percorso affascinante ricco di scorci incantevoli, colori e odori. Indicazioni per l’itinerario a piedi: a questa pagina.

Peggy Guggenheim Collection

Peggy Guggenheim Collection, Venezia (Wikipedia CC BY-SA 3.0)

Nonostante sia difficile trovare il tempo per vedere i musei di una città in una visita di un solo weekend, a meno che non si preferisca il museo al paesaggio urbano – cosa che a Venezia sconsigliamo! – un luogo da non perdere è la Peggy Guggenheim Collection. Un museo che ospita i capolavori dell’arte contemporanea, da Picasso a Dalì e Pollock, raccolti dalla ricchissima Peggy Guggenheim in quella che fu la sua casa a Venezia, Palazzo Venier dei Leoni, sul Canal Grande. Il museo non è troppo grande e si visita agevolmente. In cambio riceverete una interessante lezione di arte contemporanea (i quadri esposti qui sono tutti nei principali libri di storia dell’arte) e potrete godervi una vista privilegiata sul Canal Grande dalle finestre e dalla terrazza del palazzo. All’interno si trova un bel giardino con bar-ristorante, una piccola oasi di verde e tranquillità dove riposarsi. La Peggy Guggenheim Collection si trova nel Sestiere di Dorsoduro, vicino alla Basilica di Santa Maria della Salute. Potrete approfittare di essere in zona per visitarla. Sito web del museo: www.guggenheim-venice.it

Venezia vista dal Vaporetto. Video

A cura di Valeria Bellagamba

Tags:

Altri Articoli Interessanti: