ViaggiNews

Capodanno: le mete alternative per una festa indimenticabile

sabato, 19 novembre 2016

Capodanno in Indonesia (JUNI KRISWANTO/AFP/Getty Images)

Capodanno in Indonesia (JUNI KRISWANTO/AFP/Getty Images)

Capodanno alternativo. Siete ancora alla ricerca di un luogo dove festeggiare il Capodanno 2017 ma siete stanchi delle solite proposte? Detestate i cenoni interminabili con il trenino di mezzanotte e detestate petardi e mortaretti? Volete evitare le piazze affollate dove non si riesce nemmeno a fare due passi e soprattutto non avete voglia di ciondolare in strada per tutta la notte? Bramate idee originali per festeggiare l’arrivo dell’anno nuovo in modo indimenticabile? Niente paura, le vostre esigenze non sono affatto irrealizzabili. Ci sono tante proposte di Capodanno alternativo, noi di ViaggiNews vi segnaliamo quelle più originali e divertenti.

Capodanno alternativo: le mete più originali

Ecco le 5 mete più belle e originali per un Capodanno alternativo e originale, che non dimenticherete facilmente.

Capodanno con l’aurora boreale

Kakslauttanen (Foto Facebook)

Kakslauttanen (Foto Facebook)

Sognate una notte di Capodanno con il cielo illuminato, ma non dai fuochi di artificio? In Finlandia potete ammirare lo spettacolo dell’aurora boreale sdraiati nel letto della vostra camera. E’ possibile nello spettacolare hotel Kakslauttanen Arctic Resort, a Saariselkä, nella Lapponia finlandese, al Circolo Polare Artico. Questo è uno dei luoghi ideali per ammirare lo spettacolo dell’aurora boreale, grazie alle stanze dell’hotel a forma di igloo con il soffitto di vetro. Dormire qui è veramente un’esperienza unica e anche senza grandi festeggiamenti trascorrete il capodanno più bello della vostra vita. Al Kakslauttanen troverete anche capanne in legno tradizionali con sauna e camino e tante attività da fare: dai safari nella neve, alle passeggiate nel vicino Parco Nazionale Urho.

Capodanno indonesiano

Giava, Indonesia, Monte Bromo (iStock)

Giava, Indonesia, Monte Bromo (iStock)

Dall’altra parte del mondo, per festeggiare l’arrivo dell’anno nuovo al caldo, vi consigliamo un viaggio sull’isola di Giava, in Indonesia. Se nella città di Giacarta trovate festeggiamenti in stile occidentale, è nei piccoli centri sul mare o nell’entroterra che potete scoprire feste più tradizionali, in stile orientale. Dal lancio delle lanterne in cielo alle cerimonie religiose, ecco un modo nuovo di festeggiare. Un’idea davvero originale, poi, è un’escursione all’alba al Monte Bromo, nel Parco Nazionale Bromo Tengger Semeru, un’area spettacolare di montagne vulcaniche nella zona Sud-est dell’isola di Giava. Per salutare l’anno nuovo in mezzo alla natura selvaggia.

Capodanno sul ghiacciaio

Ghiacciaio dell'Aletsch, Svizzera (Adrian Sulc, CC BY-SA 3.0, Wikipedia)

Ghiacciaio dell’Aletsch, Svizzera (Adrian Sulc, CC BY-SA 3.0, Wikipedia)

Se non soffrite troppo il freddo e cercate una notte dell’ultimo dell’anno e un’alba dell’anno nuovo indimenticabili, potete salire fino al Ghiacciaio dell’Aletsch, in Svizzera. Si tratta del ghiacciaio più esteso delle Alpi, con la sua superficie di 120 km2. Si trova nei cantoni Berna e Vallese, circondato dalla montagna Aletschhorn, da cui prende il nome, e dalla famosa “triade” delle Alpi Bernesi: Jungfrau, Mönch, Eiger. Quassù si trova uno dei più famosi rifugi svizzeri storici, il Konkordiahütte, dove è possibile dormire, a 2.850 metri di altitudine. Dal rifugio si ammira una vista spettacolare sulla Konkordiaplatz, il vasto altopiano di neve e ghiaccio da cui prende forma il Ghiacciaio dell’Aletsch. La zona si trova a sud della montagna Jungfrau.

Capodanno al faro

Faro della Palascia di Otranto (Linosalento, CC BY-SA 3.0, Wikipedia)

Faro della Palascia di Otranto (Linosalento, CC BY-SA 3.0, Wikipedia)

Un’altra esperienza straordinaria è festeggiare Capodanno al faro. Uno dei punti più suggestivi in Italia è sicuramente il Faro della Palascia di Capo d’Otranto, nel Salento adriatico. Qui si trova il punto più a Oriente d’Italia, dunque il primo dove sorge il Sole e dove ammirare la prima alba dell’anno nuovo. Durante la notte di San Silvestro molte persone si radunano ai piedi del faro per aspettare l’alba. Se non si tratta di un’idea originalissima è sicuramente alternativa alle solite feste a cui molti sono abituati. Il Salento, poi, è bellissimo in tutte le stagioni, anche in inverno. In zona troverete diversi hotel e B&B dove dormire.

Capodanno horror

Lo Stanley Hotel a cui è ispirato l'Overlook Hotel del libro di Stephen King "Shining" (Foto Wikipedia)

Lo Stanley Hotel a cui è ispirato l’Overlook Hotel del libro di Stephen King “Shining” (Foto Wikipedia)

Per un Capodanno davvero originale e da brivido potete trascorrere una notte nell’hotel di Shining, quello che ha ispirato a Stephen King il suo celeberrimo romanzo. Si tratta dello Stanley Hotel di Estes Park, in Colorado. Non è l’albergo che vediamo nel film di Kubrick, ma quello dove nel 1974 a fine estate soggiornò King con la moglie e che gli diede l’ispirazione per la sua storia dopo una notte di incubi. Lo Stanley Hotel si trova nel Parco Nazionale delle Montagne Rocciose, non lontano da Denver. Si tratta di un albergo in stile neocoloniale dei primi del ‘900 con le pareti esterne ricoperte da assi in legno bianco. Dall’aspetto apparentemente innocuo, nasconde al suo interno storie di fantasmi. Si racconta, infatti, che di notte, per le cantine e i sotterranei dell’hotel si aggirino i fantasmi dei vecchi proprietari della struttura. Per questo vengono organizzati appositi Night Ghost Tours a caccia dei fantasmi. Presto verrà ospitato qui un museo del cinema horror. Nel frattempo, l’albergo organizza eventi e cene per le festività natalizie, come il cenone e il gran ballo dell’ultimo dell’anno. Chissà che da qualche parte non spunti Jack Torrance.

Stanley Hotel, Colorado – VIDEO

A cura di Valeria Bellagamba

Tags:

Altri Articoli Interessanti: