ViaggiNews

Cambiamenti climatici. L’allarme NASA: alcune città italiane saranno sommerse

mercoledì, 16 novembre 2016

mjnhbgvf

Estate che non è più estate. Inverno che non è più inverno. Le stagioni stanno cambiando e il clima sembra quasi impazzito. Se questa estate abbiamo sofferto il caldo e siamo andati al mare fino a ottobre, questo inverno che sembra metterci un po’ a carburare è pronto a farci battere i denti nei mesi in arrivo. Il motivo di questi cambiamenti climatici, raccontati anche con toni allarmistici da Leonardo Di Caprio praticamente in ogni suo intervento pubblico e nel suo ultimo film, è semplice: l’ambiente in cui viviamo non è più “sano”. La colpa è la nostra che non lo stiamo rispettando e, anzi, contribuiamo al suo inquinamento giorno dopo giorno.

Le politiche ambientaliste e i suggerimenti per salvaguardare il Pianeta Terra sono tantissime, ma se non le mettiamo in pratica in privato, come semplici cittadini e uomini al servizio delle loro grande casa, le conseguenze potrebbero essere disastrose.

L’innalzamento del mare e la scomparsa delle città

kmujynhb

Un’agenzia americana, la Climate Central, ha provato ad analizzare cosa succederebbe alla Terra se i cambiamenti climatici e l’innalzamento del mare proseguissero indisturbati come stanno facendo ora creando così una sorta di simulazione. La mappa che mostra i cambiamenti più gravi e pare che molte città italiane saranno sommerse completamente e la NASA ha ammesso che il problema dell’innalzamento del mare è stato ampiamento sottovalutato. Lo studio, intitolato “Are long tide gauge records in the wrong place to measure global mean sea level rise?” e pubblicato su Geophysical Research Letters parla di un innalzamento del mare di 17 centimetri.

Se la situazione non cambia dunque Venezia verrà sommersa, Roma sarà navigabile fino al raccordo anulare e Fiumicino sarà ricperta dal mare. Addio anche al porto di Genova e di quello di Venezia.  La città di Grosseto poi sparirebbe completamente e le dimensioni della Pianura Padana sarebbero ridotte. Senza contare che la Torre di Pisa potrebbe diventare “sottomarina” perchè la città verrebbe completamente sommersa e il centro potrebbe essere salvato solo se si limita lo scioglimento dei ghiacciai

Se però dovessimo riuscire a non aumentare di 2 gradi la temperatura terrestre questo scenario non verrà realizzato e anche i livelli di CO2 saranno “dimezzati”.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: