ViaggiNews

Tour del vino: i più belli in Italia

sabato, 12 novembre 2016

wine-1495859_640

Gli appassionati delle degustazioni comincino a leccarsi le labbra e a preparare il palato. Vino di ogni qualità e tipo sbuca sulle tavole imbandite di inizio autunno. E allora perché non dedicarsi come piccolo weekend fuori porta un tour enologico? Viagginews vi propone la top 5 delle migliori “strade del vino” in Italia. Preparate i calici.

Sulla strada del vino in Italia

  • Alla scoperta del Chianti – Toscana : questa zona è famosa in tutto il mondo ed è conosciuta come “Chiantishire” qui si può percorrere la “Strada del Chianti” che vi porterà alla scoperta di bellissimi panorami e ottimi vini. Il percorso più battuto è quello che attraversa Firenze e Siana. Partendo da Impruneta e dirigendosi verso Siena si incontra Greve in Chianti. Questa è la vera capitale del vino e ospita persino un museo dedicato; fra le aziende potete visitare la Casa Vinicola Carpineto. Proseguendo si incontra Radda con il suo consorzio del Chianti, e poi Gaiole: agriturismi e enoteche a non finire.
  • Sulla via del Marsala – Sicilia: L’itinerario parte dal capoluogo siciliano Palermo, per snodarsi attraverso Monreale, Santa Cristina Gela e San Cipirello, e arrivare infine a Marsala, alla scoperta di uno dei vini italiani più caratteristici. Su questa “via del Marsala” molte cantine che un tempo si occupavano solo di produzione, oggi hanno aperto le loro porte ai visitatori per un tour enologico di qualità. Proseguendo in direzione di Mazara del Vallo, verso il Lungomare ci si imbatte in numerose cantine storiche come quella di Donna Fugata. Ma è a Marsala che potrete immergervi totalmente nel piacere del vino a 360° vistando la cantina di Caruso e Minini, oppure l’antica cantina Florio, nata nel 1803.

wine-1788256_640

  • Tra Chardonnay e  Marzemino – Trentino Alto Adige:  Questo tour porta alla scoperta di tantissimi vini diversi e attraversa la Valle dell’Adige. Tra la Vallagarina fino a Calliano e Besenello si incontrano produzioni uniche nel loro genere. Ad Avio si può assaporare Cabernet, Merlot e Chardonnay. Verso fondovalle invece si incontrano pregiati vigneti da cui nascerà l’ottimo  Müller Thurgau. Nella zona di Rovereto invece predomina il Pinot Nero, lo Chardonnay e il famoso Marzemino, simbolo proprio di tutta la vallata. Qui potete visitare le famose cantine Ferrari (per info clicca qui), ma anche la cantina Vivallis, a Rovereto proprio (per info clicca qui).
  • Alla scoperta del Prosecco – Veneto: prima tappa è a Conegliano e, l’ultima, è a Valdobbiadene. Questa è la culla del Prosecco, un vino fermo , famoso soprattutto per il tappo avvolto dalla gabbietta metallica e per la sua spuma. A Conegliano potrete visitare la Bottega del Vino della scuola enologica e poi spostarvi verso Susegana dove, a Castello San Salvatore, ogni anno si tiene la rassegna “Vino in Villa”. Tappa imperdibile è quella che parte dalla Colline del Cartizze e arriva fino a Valdobbiene dove potrete visitare le cantine Terre di San Venanzio  o quella di Fasol Menin.
  • La tradizione del Rosso Conero – Marche: Il Rosso Conero è un vino storico di questa terra. Lo citava persino Plinio, alcuni monaci benedettini e Leopardi! I vigneti si trovano come racchiusi in un promontorio all’interno del Parco del Conero e, il tour, parte da Ancona, dove potete visitare la famosa cantina Moroder, e arriva fino a Osimo, passando per meravigliosi borghi come Portonovo, Sirolo e Numana.  Una volta giunti a Osimo, costeggiando la cinta muraria, si raggiunge il Duomo. Da qui si possono visitare i Giardini di Piazza Nuova e la Piazza del Comune, su cui si affaccia il Palazzo Municipale con a fianco la Torre Civica e il Santuario di S. Giuseppe da Copertino, con il relativo Museo. Cantina doc in questo contesto è quella di Umani Ronchi produttrice di Rosso Conero, ma anche Verdicchio .

Tags:

Altri Articoli Interessanti: