ViaggiNews

Top 5: i presidenti americani che hanno viaggiato di più nel mondo

sabato, 29 ottobre 2016

Nella loro recente storia hanno viaggiato all’estero per un totale di 310 volte e visitato 94 Paesi dei sei continenti, pari all’85% della popolazione globale. Hanno riempito la Casa Bianca di cartoline e souvenir provenienti da tutto il mondo viaggiando a bordo del miglior aereo esistente. Stiamo parlando ovviamente del Presidente degli Stati Uniti, che dal prossimo 8 novembre, per la prima volta, potrebbe essere donna…

In occasione delle elezioni presidenziali americane, lastminute.com vuole rivelare la Top 5 dei più grandi viaggiatori nella storia dei presidenti degli Stati Uniti, oltre ad alcuni aneddoti e curiosità sui loro viaggi.

I 5 presidenti globetrotter

I viaggi all’estero sono un’abitudine relativamente recente per i presidenti USA. Nel 1906 infatti, Theodore Roosevelt, decise di intraprendere per la prima volta un viaggio all’estero e di volare a Panama. Dopo quella prima visita ufficiale, gli americani hanno cominciato a capire quanto fosse importante per il presidente, e per il Paese, fare delle visite ufficiali all’estero. E da quel momento i presidenti americani diventarono dei veri e propri globetrotter!

  • Bill Clinton

ST. PAUL, MN - JULY 24:  Former President Bill Clinton attends the Starkey Hearing Foundation's "So The World May Hear Awards Gala" 2011 at River Centre on July 24, 2011 in St. Paul, Minnesota. (Photo by Adam Bettcher/Getty Images for Starkey Hearing Foundation)

(Photo by Adam Bettcher/Getty Images for Starkey Hearing Foundation)

Nei suoi otto anni consecutivi alla Casa Bianca (1993-2001), Clinton ha compiuto 54 viaggi all’estero, visitando 70 Paesi. L’Europa è stato il continente che ha visitato più volte, con un totale di 24 visite, seguita da Asia (17 visite), Africa e Australia (2).

Ė lui che ha dimostrato di amare di più il nostro paese, visitando l’Italia per ben otto volte. La prima è stata nel 1994 per partecipare alle cerimonie di commemorazione del 50° anniversario dello sbarco degli Alleati ad Anzio nella II guerra mondiale e di nuovo nel luglio dello stesso anno a Napoli per un Vertice G7 dove ha avuto modo di godersi anche qualche giorno di vacanza a Pompei e sulla costiera amalfitana, insieme alla moglie Hillary, e alla figlia. Durante la tappa partenopea, la First Lady ha incontrato Sophia Loren e Rita Levi Montalcini. Nel secondo mandato, invece, è stato a Firenze nel novembre 1999 per partecipare alla Conferenza sul riformismo. La moglie Hillary Clinton, invece, si è recata nuovamente nel nostro Paese nel 2011 per una visita ufficiale in veste di Segretario di Stato durante l’amministrazione Obama…sarà l’ultima?

  • Barack Obama
WASHINGTON - OCTOBER 29:  U.S. President Barack Obama smiles while speaking during the 36th annual National Italian American Foundation Gala October 29, 2011 in Washington, DC.  President Barack Obama delivered the keynote address at the awards gala which is part of a two-day convention for the organization.  (Photo by Brendan Smialowski/Getty Images)

(Photo by Brendan Smialowski/Getty Images)

L’attuale presidente, ancora per qualche mese, non è di certo quello che ha viaggiato di più, ma ha battuto tutti i record durante il suo primo anno in carica.

Nel 2009, Obama ha fatto 10 viaggi e visitato 21 paesi, trascorrendo un totale di 37 giorni fuori dagli Stati Uniti. In totale, durante il suo mandato, Obama ha collezionato 51 viaggi all’estero e visitato 56 paesi. Il Paese europeo che ha visitato di più è la Francia (per un totale di sei volte) ad è venuto in Italia due volte! La prima volta nel 2009 e l’ultima nel 2014 quando ha potuto godere di una visita privata al Colosseo. Sua moglie, la First Lady Michelle Obama, è venuta nel 2015 con le due figlie dove hanno trascorso qualche giorno a Milano, in occasione di Expo, e a Venezia.

  • George W. Bush (figlio)
SAN ANTONIO, UNITED STATES:  US President George W.Bush is introduced at a Bush-Cheney 2004 fundraising dinner 30 October 2003 in San Antonio, Texas.  After the dinner, President Bush is scheduled to to return to his ranch in Crawford, Texas where he is sleeping for the next for nights.    AFP PHOTO/Luke FRAZZA  (Photo credit should read LUKE FRAZZA/AFP/Getty Images)

(Photo credit should read LUKE FRAZZA/AFP/Getty Images)

Nei due mandati Bush ha fatto 48 viaggi all’estero e visitato 72 Paesi diversi nei sei continenti. Il viaggio più “particolare” è quello del 2003, quando in gran segreto, visitò le truppe americane in Iraq in occasione del giorno del Ringraziamento. Suo padre,George H. Bush, aveva fatto un viaggio simile nel 1990 ma in Arabia Saudita dove erano impegnati i militari americani. Bush è stato il terzo presidente degli Stati Uniti a fare un viaggio ufficiale intorno al mondo dopo Johnson e Nixon. Ė accaduto nel 2006 e ha visitato Russia, Singapore, Vietnam e Indonesia.

Anche lui molto amante dell’Italia, tanto da venire in visita nel nostro paese per ben sei volte nel 2001, 2002, 2004, 2005, 2007 and 2008! Le visite ufficiali di George W. Bush l’hanno portato a Roma nel luglio 2001, a cavallo del vertice G8 di Genova, per il vertice Nato-Russia del maggio 2002 e nel giugno 2008. L’8 aprile 2005 George Bush e la moglie Laura tornano in Italia per partecipare al funerale di Papa Giovanni Paolo II in Vaticano.

 

  • George H. Bush (padre)
Former US President George H. W. Bush points to his wife Barbara Bush during an event in the East Room of the White House July 15, 2013 in Washington, DC. Obama hosted former US President George H. W. Bush and Barbara Bush to honor the 5000th Daily Point of Light Award which is a program started in response to Bush's call for volunteerism. AFP PHOTO/Brendan SMIALOWSKI        (Photo credit should read BRENDAN SMIALOWSKI/AFP/Getty Images)

(Photo credit should read BRENDAN SMIALOWSKI/AFP/Getty Images)

“Tale padre, tale figlio!”, è proprio il caso di dirlo! Entrambi i Bush hanno viaggiato molto e il padre si guadagna il quarto posto in classifica. Nei suoi quattro anni di mandato, Bush padre ha fatto 26 viaggi all’estero e visitato 40 paesi; è stato in Italia due volte, 1989 e nel 1991. Il continente più visitato è stata l’Europa con 11 visite, seguita da Asia e Sud America. E anche se non è il presidente che ha percorso più miglia, è senza dubbio uno di quelli che preferisce guardare la terra dal cielo. Nel 1999, Bush ha festeggiato il suo 75° compleanno lanciandosi con un paracadute. Cinque anni più tardi, lo ha fatto di nuovo in occasione del suo 80° compleanno, insieme all’US Army Golden Knights Parachute Team e altre 4000 persone, tra cui Chuck Norris!

L’ex presidente sovietico Mikhail Gorbaciov era tra gli spettatori, invitato da Bush a partecipare in prima persona al salto, ha però preferito declinare perché troppo vecchio. Bush Senior ha continuato a lanciarsi con il paracadute ogni cinque anni, celebrando allo stesso modo il suo 85° e il suo 90° compleanno. Sicuramente un Presidente con la testa per aria!

George Bush è stato a Roma nel maggio del 1989 dove ha incontrato il presidente della Repubblica Francesco Cossiga e il presidente del Consiglio Ciriaco De Mita. Sarà di nuovo nella capitale il 7 novembre 1991 per un vertice Nato.

  • Ronald Reagan
UNDATED: (FILE PHOTO) Former U.S. President Ronald Reagan speaks at a rally for Senator Durenberger February 8, 1982.  Reagan turns 92 on February 6, 2003. (Photo by Michael Evans/The White House/Getty Images)

 (Photo by Michael Evans/The White House/Getty Images)

Il presidente Reagan è al quinto posto nella lista. Durante i suoi otto anni in carica ha effettuato 25 viaggi all’estero e visitato un totale di 26 Paesi. Ha visitato l’Italia nel Giugno del 1982 dove è stato accolto dal presidente Pertini e dal presidente del Consiglio Giovanni Spadolini. Tornerà in Italia dal 3 all’11 giugno 1987, prima in vista privata, poi per prendere parte ad un G7 a Venezia.

Ė stato uno dei presidenti che ha lasciato le immagini più memorabili dai suoi viaggi. Ad esempio, le sue parole sul 40° anniversario dello sbarco in Normandia, il suo appassionato discorso al muro di Berlino, i suoi incontri con Mikhail Gorbaciov e le sue passeggiate a cavallo con la regina Elisabetta II a Windsor Park.

Ronald Reagan ha cambiato radicalmente il modo di viaggiare per i presidenti a venire. Nel 1987 ha chiesto di sostituire il vecchio Boeing VC-137; e così è nato il Boeing VC-25. Anche se il nuovo velivolo è stato ufficialmente inaugurato solo nel 1990 sotto il mandato il presidente George H. W. Bush. Da allora, i presidenti degli Stati Uniti hanno accesso a 372 metri quadrati di Air Force One: camere con doccia, sala riunioni, apparecchiature di comunicazione e di carburante illimitato. Inoltre, accanto all’aereo c’è sempre un aereo più grande contenente gli elicotteri ufficiali e una limousine. Tutti i comfort per governare un paese dal cielo, addirittura potrebbero non scendere mai a terra!

Comunicato Stampa Lastminute.it

Tags:

Altri Articoli Interessanti: