Sciopero dei treni 21 aprile: orari ed info

Stop dei treni (Getty Images)

Sciopero ferrovie 21 aprile 2012 orari / Dopo lo stop del trasporto pubblico locale, tocca alle ferrovie incrociare le braccia. Sabato alle 21 si fermerà per 24 ore, ovvero fino alle 21 di domenica 22 aprile,  il personale di Trenitalia e Trenord.

Come sempre il caso di sciopero Trenitalia assicura un servizio minimo garantito, ma trattandosi di un giorno festivo non sono assicurati i treni regionali. Garantiti soltanto alcuni treni a lunga e media percorrenza (clicca qui per conoscere i treni garantiti).

Trenord informa che dalle 3.00 di VENERDÌ 20 aprile 2012 – alle 3.00 di SABATO 21 aprile 2012, la circolazione sulle tratte:

– MILANO-SEVESO-CAMNAGO/MARIANO-ASSO
– MILANO-COMO
– MILANO-VARESE-LAVENO
– MILANO-NOVARA
– BRESCIA-ISEO-EDOLO

sarà garantita solo nelle fasce orarie 6.00-9.00 e 18.00-21.00.

Al di fuori delle fasce orarie garantite, i treni Regionali e Suburbani TRENORD in cicrolazione del Passante Ferroviario (S1, S2, S13), come pure i collegamenti aeroportuali -Milano Cadorna-Malpensa Aeroporto e Malpensa Aeroporto-Bellinzona – potranno subire ritardi, cancellazioni, limitazioni di percorso.

Dalle 21.00 di SABATO 21 aprile 2012 – alle 21.00 di DOMENICA 22 aprile 2012. Trattandosi di giornate pre-festiva/festiva non è prevista alcuna fascia oraria garantita, pertanto durante il periodo di agitazione la circolazione su tutta la rete FERROVIENORD e RFI non è garantita la circolazione.

 

Previous articleNapoli, sciopero mezzi pubblici: orari e info
Next articleRoma, concerto del 1 Maggio 2012: programma e ospiti
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.