Home Idee di viaggio Trekking | Gite a cavallo – Itinerari dal Po ai monasteri di...

Trekking | Gite a cavallo – Itinerari dal Po ai monasteri di San Benedetto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:52
CONDIVIDI
Passeggiate nella natura (foto dal web)

NATURA CAVALLO PASSEGGIATE EQUITURISMO / ROMA – Con la primavera che si risveglia non c’è niente di meglio di una passeggiata immersi nella natura. Ed è ancor meglio farlo in sella ad un cavallo. Un viaggiare lento, a ritmo naturale e rispettoso dell’ambiente, per scoprire da un nuovo punto di vista alcuni splendidi luoghi d’Italia, ammirare panorami mozzafiato e percorrere antichi tracciati inaccessibili ai mezzi moderni. Sono tantissime le proposte per degli itinerari a cavallo: dal Po alla Toscana, dal Lazio alla Puglia. Si può scegliere fra diverse ippovie sparse per la Penisola e fra diverse tipologie di viaggio.

La Federazione Italiana Turismo Equestre propone, suddivisi per regione, tantissimi itinerari (di un giorno o più) per tutti i gusti e le esigenze. Naturalistica l’ippovia che segue il percorso del Po dalla sorgente alla foce. Storico artistico il viaggio di una settimana sulle ‘tracce di San Benedetto‘ (che partirà quest’estate alla scoperta dei monasteri sugli appennini laziali). Interessante l’ippovia pugliese sulla via dei Trulli e dell’enogastronomia del territorio.

CONDIVIDI
Articolo precedenteNews | Concerti, il tour di Giovanni Allevi
Articolo successivoNews | RomaCavalli – Turismo equestre: itinerari ed enogastronomia
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.