Home Idee di viaggio Vacanze | Capodanno alle Maldive: brindisi sull’oceano

Vacanze | Capodanno alle Maldive: brindisi sull’oceano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:38
CONDIVIDI

VACANZE MALDIVE NATALE CAPODANNO / ROMA – Cappotti, sciarpe, nasi sgocciolanti, tosse e freddo gelido. L’inverno si fa sentire e già in molti rimpiangono l’estate, il mare, il caldo e il sole. Se le giornate grigie e piovose vi hanno stufato, se le tradizionali atmosfere natalizie vi hanno annoiato e al contrario avete voglia di sdraiarvi su spiagge bianche, di farvi coccolare dal suono dell’oceano e di festeggiare il nuovo anno in costume, allora partite per le Maldive. Una vacanza nel paradiso dell’Oceano Indiano è rigenerante per il corpo e per la mente. Immersi in una splendida natura incontaminata, potrete godere di un mare cristallino mentre vi fate viziare nei tantissimi resort sparsi per l’arcipelago. La capitale Malè offre poi l’opportunità di visitare caratteristici mercatini di pesce e verdura e di curiosare fra le botteghe di artigiani locali. In spiaggia, oltre a stendervi come lucertole al sole o sorseggiare cocktail all’ombra di una palma, potrete divertirvi partecipando ad escursioni in mare: snorkeling e immersioni subacque sono da non perdere. Se l’unica esigenza è invece il riposo scegliete un resort con all’ interno una Spa: un massaggio con vista sull’oceano vi farà dimenticare qualsiasi angustia e preoccupazione e l’anno nuovo inizierà decisamente sotto buoni auspici.

CONDIVIDI
Articolo precedenteFestival | A Torino per il cinema d’autore
Articolo successivoMeteo | Pioggia per tutta le settimana
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.