ViaggiNews

Guida di Murano: le bellezze dell’isola della Laguna di Venezia

venerdì, 17 febbraio 2017

Murano (iStock)

Guida di Murano. La Laguna di Venezia offre tante bellezze urbanistiche e naturali. Da vedere non c’è solo il centro storico della città di Venezia, con i suoi eleganti palazzi affacciati sull’acqua, i calli, i campi e campielli. In Laguna troviamo un patrimonio di flora e fauna eccezionale, ideale per gli amanti della natura, e tutta una serie di isolette da scoprire. Dopo avervi mostrato le meraviglie di Burano, l’isola – o meglio il gruppo di isolotti – dalle case coloratissime, vogliamo portarvi nella bella Murano, la patria del vetro soffiato.

Come Burano, anche Murano più che un isola è un agglomerato di isolotti divisi da canali, il principale è il canale Marani. Tra i centri della Laguna Veneta, Murano è il più popoloso, dopo Venezia, e fa parte della municipalità di Venezia-Murano-Burano. Il toponimo verrebbe dal latino Amurius o Mur(r)ius ed è probabile che originariamente in origine la località fosse nota come Amuriana villa. Le prime notizie su Murano risalgono all’840 d.C. il centro dunque ha origine medievale.

Murano è famosa in tutto il mondo per la l’arte del vetro, con la creazione di opere originali, fragili e bellissime. Le prime notizie sull’arte del vetro a Murano risalgono al 1291, quando un provvedimento delle autorità veneziane stabilì che le le vetrerie di Venezia dovevano essere trasferite dalla città all’isola di Murano, per ragioni di sicurezza. Tuttavia, si ritiene che l’arte vetraria fosse nata, a Venezia e a Murano, già intorno all’anno Mille. Il vetro di Murano ha una lavorazione tutta particolare che consiste nel soffiare in una lunga canna all’estremità della quale si trova una massa incandescente che prende forma con il soffio del mastro vetraio. Gli oggetti realizzati con questa tecnica sono molto raffinati e delicati poiché il vetro è sottilissimo. Gli oggetti realizzati in vetro sono i più vari: bicchieri, vasi, brocche, lampade e lampadari, ma anche collane, bottoni e spille. Tutti coloratissimi. Il museo e i laboratori dedicati al vetro attirano ogni anno moltissimi turisti da tutto il mondo.

Guida di Murano: cosa vedere

L’insieme di isolotti che formano Murano offre diversi scorci incantevoli e monumenti da vedere. Gli edifici sono nel tipico stile veneziano, anche se qui non c’è lo sfarzo dei palazzi di Venezia. Prevale l’aspetto di isola di pescatori e artigiani. Passeggiare lungo le viuzze  e le banchine di Murano, attraversare i suoi ponti pittoreschi vi porterà in un altro tempo.

Tra i monumenti da visitare segnaliamo il Duomo romanico, dedicato ai santi Maria e Donato, con il bellissimo abside esterno a loggiato. La chiesa è uno degli esempi architettonici più importanti di romanico lagunare, con elementi tipici degli edifici religiosi paleocristiani, come la facciata, e altri tipici delle chiese ravvenati, come il catino dell’abside interno ricoperto da un mosaico bizantino. Accanto al Duomo sorge, separato, il campanile.

Duomo di Murano (JB, CC BY 2.5, Wikipedia)

Tra le altre chiese da vedere segnaliamo: la Chiesa di Santa Maria degli Angeli, in stile rinascimentale, e la Chiesa di San Pietro Martire, sempre rinascimentale.

Tra le architetture civili segnaliamo il Palazzo da Mula, con facciata gotica veneziana. Il Palazzo oggi la sede del Municipio di Murano e qui vengono organizzati eventi e mostre.

Infine, la principale attrattiva dell’isola è il Museo del Vetro, fondato nel 1861, e ospitato a Palazzo Giustiniani, un bell’edificio in stile gotico fiorito, antica residenza dei vescovi di Torcello. Qui si può ammirare una eccezionale e preziosissima collezione di oggetti in vetro, realizzati secondo l’antica tecnica dei maestri vetrai di Murano. Da non perdere, poi, le botteghe artigiane del vetro e le vetrerie artistiche, dove assistere alla lavorazione del vetro di Murano e acquistare oggetti regalo e caratteristici souvenir.

Caratteristico anche il Faro di Murano che domina sul profilo del centro abitato. Si tratta di una costruzione moderna che risale ai primi decenni nel Novecento. Iniziato nel 1912 fu completato nel 1934.

Faro di Murano (Didier Descouens, CC BY-SA 4.0, Wikipedia)

Guida di Murano: informazioni pratiche

Quando andare

L’isola di Murano si può visitare tutto l’anno. In inverno, tuttavia, la Laguna di Venezia è particolarmente fredda e umida, mentre in estate oltre al caldo afoso c’è a ressa dei turisti. Il periodo ideale è la primavera, anche se si i turisti non mancano di certo, oppure l’autunno con i suoi colori magici.

Come arrivare

Murano è vicina a Venezia e si raggiunge in vaporetto, con partenza da diversi punti della città: Piazzale Roma e Stazione ferroviaria, Piazza San Marco e Fondamenta Nove. Il tragitto varia a seconda del punto di partenza e delle fermate. Il percorso più veloce è quello dalle Fondamenta Nove, dove il traghetto raggiunge Murano in meno di 10 minuti. I traghetti sono molto frequenti.

Guida di Murano. Video

Tags:

Altri Articoli Interessanti: