ViaggiNews

Edimburgo: i luoghi imperdibili della città scozzese

lunedì, 17 ottobre 2016

Edimburgo

Edimburgo, vista (iStock)

La città di Edimburgo, capitale della Scozia, è un affascinante centro urbano ricco di storia e cultura, tutto da scoprire. Sorge su un territorio collinare affacciato sul Firth of Forth, la profonda insenatura dell’estuario del fiume Forth che sfocia nel Mare del Nord. Un paesaggio molto particolare, a metà tra il mare e la montagna. Alle spalle di Edimburgo c’è il Parco Regionale di Pentland Hills, una serie di colli montuosi molto selvaggi.

Edimburgo sorge su 7 colli come Roma: Arthur’s Seat, Castle Rock, Calton Hill, Corstorphine Hill, Braid Hills, Blackford Hill e Craiglockhard Hill. La veduta sulla città dall’alto è particolarmente suggestiva.

L’origine di Edimburgo è antichissima, il primo insediamento umano rinvenuto è datato 8500 a.C nel periodo del Mesolitico. L’attuale città di Edimburgo è nata nel Medioevo, con le prime testimonianze documentali sulla sua esistenza risalenti all’inizio del XII secolo. La città fu più volte distrutta, tra incendi e guerre. Della vecchia città medievale è rimasta la struttura mentre gli edifici risalgono ad un’epoca più recente, tra ‘500 e ‘600. Accanto a questa Old Town, alla fine del XVIII secolo iniziarono i lavori di costruzione della New Town per andare incontro alle esigenze di crescita della città e aumento della popolazione. La città nuova è situata più a nord rispetto al nucleo originale del centro storico e ha edifici in stile georgiano. Le due parti storiche di Edimburgo sono divise da Princes Street, la via principale della città, molto frequentata. A sud si trovano gli omonimi giardini di Princes Street Gardens, proprio sotto il Castello di Edimburgo, insieme alla città vecchia, mentre la città nuova, la New Town, si trova a nord.

Il centro storico della città, comprendente la Old Town e la New Town più il Castello di Edimburgo, è stato riconosciuto Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 1995.

Le 10 attrazioni di Edimburgo da non perdere

Edimburgo è una città che si può visitare tutto l’anno. Vitale e piena di iniziative è frequentatissima in estate per il Festival di Edimburgo, il più grande festival teatrale al mondo della durata di quasi un mese, con un fitto calendario di spettacoli che vanno in scena tutti i giorni, con diverse repliche durante la durata del Festival. Ad agosto la città scozzese accoglie moltissimi visitatori, trasformandosi in un teatro a cielo aperto.

L’altra imperdibile manifestazione è la festa di Capodanno che qui si chiama si chiama Hogmanay, dal nome di un’antica festa pagana che si svolgeva in occasione del solstizio d’inverno, poi passata alla notte di San Silvestro. L’Hogmanay è una delle feste di Capodanno più grandi in Europa e attira ogni anno decine di migliaia di visitatori da tutto il mondo. Gli scozzesi sfidano il freddo per trascorrere la notte dell’ultimo dell’anno per le strade e le piazze della città a far baldoria, assistere a spettacoli, concerti, parate, magiare e bere presso i numerosi stand sparsi per le vie del centro. Diverse feste e concerti sono organizzati anche nei pub e nei locali.L’anno nuovo viene salutato con i fuochi di artificio dal Castello.

Ecco invece le 10 attrazioni della città che non vi potete perdere

Castello di Edimburgo – Una meta obbligata. L’imponente Castello di Edimburgo sorge su una collina rocciosa di origine vulcanica situata in pieno centro storico. Proprio da qui avrebbe origine la città di Edimburgo. Il nome dell’antica rocca era Din Eidyn, la fortezza di Edyn, successivamente chiamata Edimburgo. Le origini della fortezza risalgono al XII secolo. Nei secoli il Castello è stato più volte oggetto di rifacimenti strutturali e ampliamenti, che ne hanno cambiato più volte l’aspetto. Il castello è aperto dalle 9.30 del mattino alle 18 in primavera-estate e alle 17 in autunno-inverno- Per informazioni visita questa pagina.

Old Town – La città vecchia di Edimburgo comprende l’antico nucleo storico medievale, di cui è rimasto sostanzialmente l’impianto, anche se gli edifici sono di epoca più recente, risalgono al periodo della Riforma Protestante. La via principale di Olw Town è Royal Mile, una strada lunga un miglio circa che collega il castello di Edimburgo con l’Holyrood Palace e l’omonima abbazia in rovina. Dal Castello all’Holyrood la strada prende diversi nomi da ovest verso est: Castlehill, Lawnmarket, High Street, Canongate, Abbey Strand. La Old Twon sorge su una collina di origine vulcanica e ospita molti edifici storici.

New Town – Più regolare è la pianta urbana della New Town di Edimburgo, realizzata a partire dalla fine del Settecento con grandi edifici in stile georgiano, ovvero del periodo storico che va dal regno di Giorgio I a quello di Giorgio IV, fra il 1714 e il 1830. La via principale si chiama George street, in onore dell’allora re Giorgio III. Ai due estremi della New Town si trovano le piazze quadrate St Andrew Square, a est, Charlotte Square, a ovest.

Dean Village – Appena fuori dalla New Town, verso nord-ovest si trova il Dean Village, sulle acque del fiume Water of Leith, che una volta dava il nome al villaggio. Anticamente era una zona di mulini. Qui si trovano una serie di edifici pittoreschi e la zona è diventata un’area residenziale.

Arthur’s seat – Si tratta del colle più alto di Edimburgo. Si trova a sud-est della città vecchia ed è compreso nell’Holyrood Park. E’ una collina di origine vulcanica molto suggestiva e un luogo panoramico eccezionale, molto frequentato dai locali.

Calton Hill – Questo colle si trova dalla parte opposta rispetto ad Arthur’s seat, a nord-est della città, sopra New Town. Sulla collina sono stati costruiti diversi monumenti, tra cui i due osservatori Nelson’s Monument e National Monument. Quest’ultimo, costruito sul modello del Partenone di Atene, è anche chiamato “la vergogna di Edimburgo” perché, realizzato per onorare i caduti durante le guerre contro Napoleone, è rimasto incompleto per mancanza di fondi. Infine, sul lato sud della collina si trova anche la St. Andrew’s House, un grande edificio in Art Déco.

Cattedrale di Sant’Egidio – St Giles’ Cathedral, la Cattedrale di Sant’Egidio è la principale chiesa di Edimburgo. E’ luogo di culto del presbiterianesimo, chiamata impropriamente cattedrale poiché il presbiterianesimo non ha vescovi. La chiesa si trova al centro del Royal Mile, nella città vecchia, all’altezza di High Street. La chiesa risale al XII secolo ed è un edificio in stile gotico. Informazioni a questa pagina.

National Gallery of Scotland – La Galleria Nazionale di Scozia è un grande museo ospitato in un edificio neoclassico del 1859. Ospita, tra le altre, diverse opere di pittori italiani come Leonardo, Raffaello, Tiziano e Lorenzo Lotto. Si trova nei Princes Street Gardens. L’ingresso è gratuito. Informazioni in italiano a questa pagina.

Holyrood Palace – Il Palace of Holyroodhouse si trova in fondo al Royal Mile, sotto al colle di Arthur’s seat. Fu fondato nel 1128 da Davide I di Scozia. Inizialmente era un monastero, poi è diventato residenza principale dei sovrani di Scozia dal XVI secolo. Oggi Il palazzo di Holyroodhouse è la residenza ufficiale della Regina Elisabetta II in Scozia. Le regina soggiorna nel palazzo alcune settimane durante l’estate. La sua presenza è segnalata dallo stendardo reale del Regno Unito che svetta sul palazzo. In sua assenza, invece, viene issato lo stendardo reale scozzese. Accanto all’Holyroodhouse le suggestive rovine della Holyrood Abbey, fondata lo stesso anno del palazzo. La chiesa fu utilizzata fino al diciassettesimo secolo e poi fu abbandonata nel diciottesimo.

John Knox House – Si tratta di una casa storica che sorge sulla HighStreet del Royal Mile, che sarebbe appartenuta a John Knox, riformatore protestante. Knox avrebbe vissuto qui durante il XVI secolo, anche se oggi si ritiene che abbia vissuto altrove, sulla stradina chiusa di Warriston Close, dove è apposta una targa che indica la sua abitazione. La dimora storica sul Royal Mile continua comunque ad essere chiamata John Knox House. La prima costruzione della casa risale al 1490.

Edimburgo – VIDEO

Tags:

Altri Articoli Interessanti: