ViaggiNews

Shock nella metropolitana di Roma: giovane brutalmente aggredito

lunedì, 19 settembre 2016

metropolitana-roma-termini

Aggressione in metropolitana a Roma. Un bruttissimo e allarmante episodio di è verificato ieri nella metropolitana di Roma. Un giovane di 37 anni è stato brutalmente aggredito da due ragazzi per futili motivi. Un episodio in stile Arancia Meccanica, frutto di una brutale violenza giovanile nichilista.

I fatti risalgono a ieri pomeriggio quando il 37enne stava viaggiando in un treno della metro B insieme alla madre. Nello stesso vagone c’erano anche due ragazzi che stavano fumando. Nonostante in metro sia vietato fumare.

Quando il 37enne ha chiesto ai due ragazzi di smettere di fumare, questi hanno reagito con una violenza furiosa, prendendo il giovane a calci e pugni. Un’azione violentissima che ha letteralmente terrorizzato i passeggeri a bordo della metropolitana che appena hanno potuto sono scappati di corsa. Nel frattempo, la madre cercava disperatamente di difendere il figlio.

Nel pestaggio brutale, il giovane ha riportato ferite gravissime: la frattura della scatola cranica e un’emorragia cerebrale. Con l’ambulanza è stato trasferito d’urgenza in ospedale, dove nel reparto di neurochirurgia è sottoposto ad un intervento chirurgico per stabilizzare la fratture del cranio. I medici sono moderatamente ottimisti anche se la prognosi resta riservata. La madre del 37enne è rimasta ferita anche lei, ma in modo meno grave. La donna ha riportato varie contusioni e ha avuto una prognosi di otto giorni.

A dare l’allarme alla polizia è stato un vigilante della stazione metropolitana di piazza Bologna, quando ha visto la gente fuggire. Quando gli agenti sono arrivati, i due giovani aggressori si erano già dileguati. Grazie alle descrizioni fornite, però, i due sono stati rintracciati subito, arrestati e poi riconosciuti dalle vittime.

Si tratta di due casertani di 24 e 26 anni, che già avevano dei precedenti penali per spaccio e rapina, e si trovavano a Roma per una “toccata e fuga”. Quando sono stati fermati dalla polizia in viale XXI Aprile hanno tentato di resistere agli agenti. I due ragazzi sono stati arrestati con l’accusa di tentato omicidio in concorso, con l’aggravante dei futili motivi.

Metropolitana di Roma – VIDEO

Tags:

Altri Articoli Interessanti: