ViaggiNews

La mappa di Google si fa con le pecore

giovedì, 14 luglio 2016

Mappa di Google con le pecore (visitfaroeislands.com)

Mappa di Google con le pecore (visitfaroeislands.com)

Mappa di Google. Come sapete tutti le immagini di Google Street View che posiamo vedere sulle mappe interattive del colosso del web vengono riprese e fotografate dalla Google Car. L’auto che con una fotocamera installata sul tetto percorre e fotografa le strade e il paesaggio circostante. Quando esploriamo le mappe dei luoghi fotografati dalla Google Car, entrandoci con l’omino giallo di Google abbiamo davvero la sensazione di esserci dentro. Possiamo così avere le immagini dei posti che vogliamo o dobbiamo visitare, con più informazioni possibili che ci aiutano senz’altro molto di più di una semplice indicazione stradale. Ma possiamo anche vedere bellissimi luoghi panoramici di paesi lontani, che forse mai visiteremmo, cime di montagne, profondità di grotte, coste rocciose e spiagge da sogno. Le foto a 360° gradi sono poi davvero stupende. Google Street View offre panorami insuperabili e viste mozzafiato.

Non tutti i luoghi del mondo, però, sono stati ancora visitati dalla Google Car. Ci sono molti posti remoti dove arrivare è difficile o troppo costoso. Tra questi ci sono anche le Isole Faroe (o Fær Øer). Si tratta di un suggestivo arcipelago di isolette che si trova nell’Oceano Atlantico, tra la Scozia e l’Islanda. Appartengono alla Danimarca, di cui costituiscono una regione autonoma. Questo arcipelago remoto del Nord Europa è un paradiso incontaminato di verdi montagne a picco sul mare che nei lunghi e bui mesi invernali si ricoprono di neve. Il territorio selvaggio delle Isole Faroe è disseminato di villaggi di pescatori con le tipiche casette colorate.

Scorci mozzafiato che meritano di essere ammirati da tutti, soprattutto da chi difficilmente riuscirà a visitarle per la loro posizione isolata. Delle Isole Faroe, però, Google Street View offre solo delle foto singole, quelle dei luoghi più significativi e caricate dagli utenti. Una serie di spot, i pallini blu, che compaiono qua e là sulla mappa dell’arcipelago quando si clicca sull’omino giallo. Una vera e propria mappa per immagini delle strade però non c’è. La Google Car alle Isole Faroe non c’è mai arrivata.

La mappa di Google Street View con la pecora

Gli abitanti dell’arcipelago, tuttavia, non si sono persi d’animo e hanno trovato una soluzione ingegnosa. Riprendere le strade delle loro bellissime isole con la loro originale “Google Car”: una pecora. Una telecamera a 360° gradi è stata caricata sul dorso dell’animale, che girando per le isole dell’arcipelago mappa le strade e i luoghi delle Isole Faroe. Così da Google Street View si è passati a Google Ship View. Un’idea davvero geniale!

Madrina dell’iniziativa è l’attrice Durita Dahl Andreassen, che si è fatta aiutare da alcuni pastori locali per montare la telecamera sulla pecora. Un lavoro e una sfida che è anche molto divertente. Le foto e i video ripresi dalla telecamera a 360° vengono poi inviati con le coordinate Gps al cellulare di Durita , quindi finiscono su Google Street View.

Al progetto, che gli abitanti delle Isole Faroe hanno preso sul serio, è dedicato una apposita sezione del sito turistico Visit Faroe Island. Qui viene descritta l’iniziativa, come e perché è partita. Gli step del progetto e il primo video a 360° girato dalla telecamera “a bordo” della pecora. Immagini davvero suggestive, che vi proponiamo qui sotto.

Riprendere foto e video delle Isole Faroe con le pecore è sicuramente molto divertente, ma presenta anche diversi inconvenienti tecnici, come le immagini troppo veloci. Rimangono pertanto indispensabili le riprese professionali e con una macchina apposita. Il progetto è così anche un invito a Google di portare la sua auto sulle Isole Faroe. Proprio a questo scopo il sito web ha lanciato una petizione. Siamo sicuri che saranno in molti, da tutto il mondo, a sostenere l’iniziativa.

Le immagini a 360° delle Isole Faroe girate dalla telecamera sul dorso della pecora – VIDEO

Valeria Bellagamba

Tags:

Altri Articoli Interessanti: