ViaggiNews

Il mare più bello d’Italia 2016, la spiaggia top

lunedì, 20 giugno 2016

Tuerredda, Domus De Maria

Tuerredda, Domus De Maria

Il mare più bello. Vi abbiamo parlato nei giorni scorsi delle spiagge con il mare più bello d’Italia 2016, quelle che secondo la Guida Blu di Legambiente e Touring Club Italiano si sono aggiudicate il punteggio massimo delle 5 vele. Ben 19 sono le località di mare in Italia che hanno ricevuto il massimo riconoscimento, per la bellezza del loro paesaggio, la buona gestione del territorio e i servizi d’eccellenza. Tra queste spicca, senza sorprese, la regione Sardegna, con ben 5 spiagge tra le migliori 19. Qui vogliamo parlarvi della migliore di tutte, quella al top della classifica nazionale: la spiaggia di Domus De Maria, della Provincia del Sud Sardegna, ex provincia di Cagliari che non è entrata nell’omonima città metropolitana e che, dopo il referendum del 2012, ha inglobato quelle di Carbonia-Iglesias e Medio Campidano.

La spiaggia di Domus De Maria è stata premiata da Legambiente e Touring Club Italiano soprattutto per l’impegno nella tutela e nella valorizzazione del paesaggio naturale e per la cura dedicata all’educazione ambientale e alla valorizzazione dei suoi beni archeologici. Non da ultimo poi c’è la straordinaria bellezza del suo mare, che fa di questa località un luogo molto suggestivo e assolutamente imperdibile.

Non solo, prima ancora del prestigioso riconoscimento della Guida Blu 2016, già il litorale di Domus De Maria e del Sud della Sardegna si è visto riconoscere nei mesi scorsi un prestigioso riconoscimento dalla Commissione Europea, quello di “Prima destinazione sostenibile d’Europa” per il turismo rispettoso dell’ambiente. Grazie ad un progetto condotto dall’Università di Cagliari, la costa sarda, compresa Costa Rei e Chia (davanti a Domus De Maria) ha sbaragliato altri 200 concorrenti in Europa. La salvaguardia di ambiente, comunità, identità e sviluppo economico sostenibile, sono stai dunque riconosciuti a questa parte della Sardegna prima ancora dall’Europa che dall’Italia. Il riconoscimento della Guida Blu è stata una conferma.

Domus De Maria si caratterizza per bellezza del suo mare, con acque limpide con colori che vanno dal turchese, azzurro, smeraldo e cobalto, incastonato in baie ed insenature che alternano tratti di spiaggia alla costa rocciosa. Il tratto più suggestivo, e più raffigurato nelle foto, di questo tratto di mare è quello del Promontorio di Chia, frazione di Domus De Maria, dominato dalla Torre aragonese del 1578. A ovest si trova la spiaggia di Chia, a est quella di Su Portu. Sulla punta del promontorio, invece, si affaccia la caletta dominata dalla pittoresca torre. Vicino alla torre si trovano poi i resti della antica città fenicia di Bithia. Altri resti dell’insediamento si trovano sull’isolotto Su Cardolinu, che in realtà è una penisola perché è collegato alla terra ferma da un breve istmo sabbioso e ci si può arrivare a piedi dalla spiaggia del Porticciolo.

Domus De Maria, Torre di Chia (Cristiano Cani, CC BY 2.0, Wikicommons)

Domus De Maria, Torre di Chia (Cristiano Cani, CC BY 2.0, Wikicommons)

L’entroterra di Domus De Maria entroterra è selvaggio, ricoperto dalla macchia mediterranea e vicino alla costa di Chia si trovano tre stagni costieri, abitati dai fenicotteri rosa, molto frequenti nella zona Sud della Sardegna.

Come arrivare

Per raggiungere Domus De Maria si prende la strada statale SS195 dal porto di Cagliari Cagliari con direzione Teulada. Si percorrono circa 45 km. Per arrivare alla spiaggia di Chia, prima del centro abitato di Domus De Maria si svolta a sinistra verso la costa prendendo la strada provinciale sp71.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: