ViaggiNews

Capelli, si tagliano prima o dopo le vacanze?

giovedì, 16 giugno 2016

capelli mare

L’estate in buona parte d’Italia è arrivata e nel resto del nostro Paese arriverà stabilmente per la fine di giugno (ecco le ultime previsioni). In quest mesi di caldo e di mare, di viaggi e di jet lag, di serate all’aperto e di notti che durano fino all’alba, di viaggi e di partenze, un pensiero assilla tutte le donne o quasi: quando bisogna tagliarsi i capelli? Ed il mare fa male ai capelli? Meglio andare in vacanza in montagna?

Già perché c’è chi sostiene che il sole e l’acqua di mare stressi e rovini il capello, tanto che conviene aspettare settembre per liberarsi delle doppie punte. Chi al contrario sostiene invece che il capello va preparato all’estate. E poi c’è chi comunque quando parte vuole essere perfetto e quindi si va a fare il taglio dal parrucchiere.

Ma qual è la cosa giusta da fare?  “Partendo dal presupposto che i cappelli andrebbero spuntati ogni 6/8 settimane per evitare che il taglio perda la sua forma – spiega Sergio Carlucci, creative director & co-founder Tony&Guy Italia a MarieClaire – è importante rendersi conto di quanto le condizioni “marine” possano accelerare l’impoverimento delle punte. Quindi il consiglio è di partire con le lunghezze appena aggiornate e di rinfrescarle appena rientrati”.

E detto ciò c’è da curare la pelle ed i capelli. “Durante il tempo di esposizione al sole per evitare calore folle o peggio corrosione nel colore – spiega ancora Carlucci – è consigliabile seguire un protocollo di protezione puntuale, specialmente se i capelli sono colorati o decolorati”.

Pensate di essere senza problemi se andate in montagna? Affatto! “Anche l’ossigeno della montagna ad esempio, può contribuire alla disidratazione e all’ossidazione del capello – rivela Emanuele Temperini, technical director & salone manager Tony & Guy Roma a MarieClaire – naturalmente coprire i capelli sotto a cappelli o foulard non può bastare, è necessario proteggerli con prodotti adatti a limitare l’azione dei raggi UV e degli agenti più invasivi. Dobbiamo prenderci cura dei capelli con la stessa attenzione che riserviamo alla pelle, quindi applicare gli spray appena prima di esporsi ai raggi del sole o di entrare in acqua. Il resto lo faranno shampoo + balsamo nella fase curativa”.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: