ViaggiNews

Thailandia choc: basta turisti, chiudiamo l’isola

martedì, 17 maggio 2016

 Koh Tachai @istockphotos

Koh Tachai @istockphotos

La Thailandia sceglie l’ambiente e chiude il suo paradiso ai turisti. D’ora in poi basta orde di turisti, picnic selvaggi, barche che scaricano turisti i quali senza rispetto alcuno invadono uno dei posti più belli del mondo. Il governo thailandese, con una decisione senza precedenti, ha deciso di chiudere una delle sue isole più belle, Koh Tachai, nel parco nazionale di Similan. L’isola, una delle più belle dell’Asia e per il sito Beachmeter la più bella della Thailandia, chiuderà dal 15 ottobre a tempo indeterminato.

Alla drastica decisione della chiusura si è arrivati dopo aver constatato quanto il turismo indiscriminato abbia seriamente danneggiato l’ecosistema dell’isola. “Se non la chiuderemo ora la perderemo per sempre” hanno detto gli esperti thailandesi. “Una conservazione naturale necessaria – ha spiegato Tunya Netithammakul, direttore del Dipartimento dei Parchi Nazionali, fauna selvatica e piante – prima che il danno sia irreparabile”. Nell’isola vigeva l’obbligo di non accogliere più di 70 turisti al giorno, ma questo limite è stato continuamente superato: oltre 1000 persone ogni giorno affollavano questo paradiso fatto di sabbia bianca, acqua cristallina e barriera corallina meravigliosa.

Molte riserve degli arcipelaghi della Thailandia chiudono durante l’estate per i monsoni, ma riaprono ad ottobre. Non sarà così per Koh Tachai che resterà chiusa a tempo indeterminato nella speranza che il suo ecosistema, non disturbato più dai turisti, possa riprendersi. In passato una chiusura forzata ci fu anche per Maya Bay nelle Phi Phi Island e furono applicate restrizioni anche per altre isole thailandesi.

La chiusura al turismo incontrollato è un’opzione che è stata presa in considerazione e a volte applicata anche in Italia. Ad esempio vent’anni fa venne chiusa l’Isola di Budelli ai turisti in quanto i visitatori saccheggiavano senza ritegno la sua sabbia rosa.  Proprio lo scorso 1 Aprile, noi di viagginews, abbiamo fatto un articolo-pesce d’aprile sulla chiusura della Sardegna ai turisti. Una bufala ovviamente, ma che nasconde un ammonimento: viaggiare vuole dire rispettare l’ecosistema del posto che si visita, se non si è in grado di farlo sparirà la Natura o tutti i posti più belli del mondo saranno chiusi ai turisti.

 

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: