ViaggiNews

Abita in una scatola nel salotto di amici, ecco quanto paga

giovedì, 31 marzo 2016

Scatola-casa

Scatola-casa

La sua casa, o meglio la sua camera, è in una scatola collocata nel salotto di casa di alcuni suoi amici. Si tratta della curiosa e originale soluzione abitativa escogitata da Peter Berkovitz, illustratore di San Francisco.

Il giovane si è fatto costruire la stanza dove vive all’interno di una scatola di legno, che poi è stata poggiata sul pavimento di casa di alcuni suoi amici a cui paga un affitto mensile per il disturbo. Si tratta della opzione abitativa più economica in una città con i prezzi delle case altissimi come San Francisco.

Eppure il prezzo dell’affitto non è così basso: 400 dollari al mese, circa 350 euro, per vivere dentro una scatola nel salotto di amici. Chiamali amici! Affittargli almeno una stanza normale, no?

In totale, Peter Berkovitz versa 508 dollari al mese (circa 450 euro), di cui 400 per l’affitto agli “amici” e 108 dollari (100 euro circa) per i costi di realizzazione della scatola. Una rata che il giovane dovrà pagare solo per un anno, per coprire i 1.300 dollari che sono serviti per costruire la sua casa-box, realizzata da Berkovitz con all’amico designer Stan Kim.

A vederla dalle foto, la casa-scatola sembra una cuccia per cani. Già l’apparenza migliora quando si guardano gli interni, che sembrano confortevoli, anche se piccoli. Certo non è adatta se si soffre di claustrofobia. Viene da pensare poi come avvenga il ricambio dell’aria e a parte il letto, una mensola per dietro la testata del letto per appoggiare alcuni libri e altri oggetti e un’altra davanti per il computer non c’è spazio per altro. I vestiti, ad esempio dove verranno riposti?

scatola_camera_1

Peter Berkovitz, tuttavia, sembra contento. “Le persone sono generalmente sorprese dal fatto che io abbia voluto vivere in una scatola di legno, ma penso che si sottovaluti quanto confortevole possa essere una scatola se costruita in modo intelligente”, dice, aggiungendo: “È la camera più bella che abbia mai avuto“. Chissà dove abitava prima!? Poi l’illustratore spiega in modo efficace il perché della sua scelta: “Sì, lo so vivere in una scatola di legno è stupido. Ma la stupidità è endemica ai prezzi assurdamente alti delle case di San Francisco. Quindi, questa è l’unica soluzione possibile per me”.

Insomma una nuova e ancora più piccola versione della famosa casa di Renato Pozzetto a Milano nel film “Il ragazzo di campagna”. Il micro-appartamento dove però c’era tutto, servizi compresi.

Tra le case piccole ricordiamo i nostri articoli:

L’affitto costa pochissimo, ma in casa c’è una clamorosa sorpresa

New York: la casa è nel micro appartamento

Tokyo: la casa è bonsai

La mini-casa da 17 mq con ogni comfort – FOTO

La casa più piccola ed elegante del mondo si trova a Milano: 7 metri quadrati super accessoriati FOTO

Barcellona, l’incredibile mini appartamento – VIDEO

Tags:

Altri Articoli Interessanti: