ViaggiNews

10 spiagge più selvagge della Toscana

giovedì, 6 agosto 2015

Dal web

Marina di Alberese – Dal web

Amate la natura pressoché incontaminata? Volete fare la vacanza al mare ma cercate spiagge non troppo affollate? Se siete amanti della vacanza un po’ avventurosa, senza troppi servizi e organizzazione alle spalle, oggi vi proponiamo un viaggio in Toscana alla ricerca delle 10 spiagge più selvagge di questa splendida regione troppo spesso sottovalutata quando si parla di mare in Italia.

10 spiagge più selvagge Toscana: ecco dove andare

La Lecciona – Si trova fra Torre del Lago e Viareggio, in Versilia. Una spiaggia libera e selvaggia inserita nel Parco di Migliarino con dune sabbiose, vegetazione e pineta alle spalle. Si può raggiungere a piedi o in bicicletta passando attraverso la pineta. Ideale venire qui di mattina presto sia per lo spettacolo naturale sia perché troverete meno gente.

Marina di Vecchiano – Una spiaggia incontaminata e molto ampia che offre sia una zona attrezzata sia una zona totalmente libera. Un litorale di oltre 5mila metri delimitato naturalmente dalla foce del fiume Serchio dove potrete rilassarvi godendovi la natura e il mare. La zona è piuttosto ventosa.

Cala Moresca – Il gioiello dell’Argentario, una caletta che si trova sulla strada panoramica appena dopo Porto Santo Stefano. Raggiungibile anche in barca o gommone, si tratta di una spiaggia e di un mare degni delle migliori spiagge della Sardegna. Un tipo riservata oggi è meta di un grande afflusso di turisti. Meglio evitarla in Agosto, più vivibile negli altri mesi estivi.

Pineta di Pietrabianca – Nel comune di Rosignano Marittimo si trova questa spiaggia amata anche da surfisti e kitesurfer. Se venite in bassa stagione potrete fare anche stupende escursioni a cavallo in riva al mare.

Fosso alle Canne – Si tratta di una caletta molto selvaggia vicino a Piombino costituita principalmente da ghiaia e scogli. Ideale per chi cerca l’ombra e dunque frequentabile anche nelle ore più calde. Caratterizzata da fondali stupendi e trasparenti è raggiungibile solo a piedi o in bicicletta (mountain bike ovviamente!)

Buca delle fate – Si trova sulla costa rocciosa tra Piombino e Populonia. Si raggiunge una volta parcheggiata l’auto dopo una ventina di minuti di camminata. Per la sua posizione incastrata tra due promontori è riparata dai venti. Caratterizzata da acque limpide e un fondo marino roccioso.

Rimigliano – E’ la spiaggia che va da Torraccia a San Vincenzo. Accessibile attraverso le stradine che passano nella folta pineta presente lungo tutta la spiaggia e arrivano direttamente al mare. La spiaggia di sabbia è molto ampia e anche se frequentata offre spazio a tutti.

Spiaggia Lunga – Il nome è dato dal fatto che si tratta della spiaggia più ampia dell’intero litorale a nord di Piombino. La superficie è costituita di ciottoli bianchi e quando l’acqua riflette il bianco dei ciottoli il colore che ne esce è il fantastico verde tipico di tante spiagge dell’Isola d’Elba o della Sardegna. Si raggiunge a piedi con una camminata di circa 30 minuti.

Marina di Alberese – Si trova nello splendido Parco della Maremma e mentre camminate verso la spiaggia potrete osservare mandrie di mucche chianine e cavalli allo stato brado. La spiaggia è incontaminata e costituita da sabbia molto fine. Un avviso: la parte più a sud è frequentata anche da naturisti.

Collelungo – Anche questa nel Parco della Maremma offre uno spettacolo altrettanto bello e incontaminato fatto di ampie distese di dune di sabbia fine. E’ molto selvaggia e ideale per chi cerca silenzio e relax.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: