ViaggiNews

Vacanze nella natura…per fare del bene! Ecco i campi estivi di Legambiente

venerdì, 17 aprile 2015

Thinkstock

Thinkstock

Aperte le iscrizioni per i campi di volontariato ambientale rivolti ai genitori e figli, ma anche a nonni o zii e nipoti: un’occasione per stare insieme ai propri ragazzi e fare qualcosa di concreto per l’ambiente e la valorizzazione del territorio. In programma quest’estate campi a

  • Posada (Nu)
  • Valchiavenna (So)
  • Appennino Toscano (Po)
  • Dolomiti Bellunesi (Bl)  

I campi di volontariato ambientale di Legambiente rivolti alle famiglie con i ragazzi fino ai 14 anni, offrono un’occasione unica, divertente e formativa. Anche per quest’anno sono tante le mete che si possono scegliere, tra mare e montagne, e che ospiteranno i campi famiglia di Legambiente: da Posada (Nu) alla Valchiavenna (So), dalla Riserva Naturale Acquerino Cantagallo, nell’Appennino toscano, a Lamon nel cuore del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi. I primi due campi saranno in programma rispettivamente a giugno e luglio, gli ultimi due invece sono previsti per il mese di agosto. Si tratta di posti meravigliosi dove le famiglie potranno scoprire e conoscere territori naturali ricchi di biodiversità, di storia e cultura. Attraverso progetti e attività sul campo adulti e bambini potranno insieme dare il loro contributo per la tutela  del territorio e la valorizzazione dell’ambiente. Un’occasione da non perdere anche per stare insieme ai propri figli e/o nipoti in un modo diverso dal solito.

Dal 2002 – spiega Luca Gallerano, responsabile del settore volontariato  di Legambiente organizziamo campi di volontariato per famiglie con l’obiettivo di sensibilizzare grandi e piccini alla difesa dell’ambiente e stimolando ad una partecipazione sempre più attiva attraverso la formula del volontariato ambientale. Le famiglie saranno coinvolte in lavori manuali, sarà spiegato loro come vivere in maniera più sostenibile; ma si parlerà anche dei tanti temi ambientali. Quest’anno vogliamo che i nostri campi di volontariato facciano un passo in avanti nella capacità di formare e mobilitare cittadini attivi sulle questioni per noi più urgenti, incidere nell’opinione pubblica e nelle scelte politiche locali partendo proprio dal vivere quotidiano”.

Il campo famiglia di Posada si pone come obiettivo quello di promuovere un territorio ricco di opportunità e risorse naturali. La zona umida di Posada è infatti tra i primi 15 siti nazionali per la nidificazione del Pollo Sultano, specie minacciata a livello mondiale. In questo campo, in programma a giugno e luglio, i volontari  saranno impegnati ad esempio in attività di pulizia delle spiagge, tutela del sistema dunale, daranno informazioni ai turisti. Inoltre i bambini parteciperanno a laboratori gestiti dal personale della “Casa delle Dame” Centro di Educazione Ambientale di Legambiente a Posada. Altro campo, in programma invece a luglio, è quello in Valchiavenna (So), in Lombardia, dove i volontari saranno impegnati ad esempio nella pulizia di sentieri, nelle riparazioni di muretti a secco, nella vangatura di terreni. Se ce ne sarà bisogno si aiuteranno i gestori della locanda nella cura dei loro orti e nella pulizia delle vie che attraversano il paese. Tra le attività formative in programma: si parlerà della civiltà montana agricola e si visiteranno due musei; ci sarà poi una serata informativa sulle caratteristiche naturali della valle e per finire lezioni di yoga tenute dal responsabile di campo. Si alloggerà al rifugio Codera, raggiungibile solo a piedi.

Per chi volesse, invece, fare un campo famiglia nel mese di agosto si potrà scegliere tra quello in programma in Toscana nel cuore della Riserva Naturale Acquerino Cantagallo, in provincia di Prato, oppure quello che sarà organizzato a Lamon, in provincia di Belluno. L’obiettivo del campo, che si svolgerà nella Riserva Naturale dell’Acquerino-Cantagallo, nel cuore dell’Appennino toscano, è quello di riscoprire le sane abitudini legate alla vita del bosco e tra le attività formative in programma: le attività di sensibilizzazione al risparmio energetico, l’esplorazione e l’ascolto del bosco e dei suoi abitanti, non mancheranno escursioni all’interno della riserva. Si alloggerà presso il Rifugio Cascina Le Cave (Po), raggiungibile a piedi.

Nel campo famiglia a Lamon i volontari saranno impegnati in interventi di pulizia, sistemazione della segnaletica lungo i sentieri e nelle aree verdi. Inoltre parteciperanno alle attività quotidiane di vita comunitaria e di gestione del CEA come la cura dell’orto, l’abbellimento della struttura e non mancheranno laboratori di recupero e riciclo e di artigianato creativo. L’alloggio sarà presso il centro di Educazione Ambientale Dolomiti.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: