ViaggiNews

Guida a Saint Moritz, la località sciistica più rinomata delle Alpi

giovedì, 29 gennaio 2015

st. moritz

Saint Moritz è un piccolo comune nell’Alta Engandina affacciato sul lago omonimo, in Svizzera, ma allo stesso tempo una rinomata stazione sciistica famosa in tutto il mondo, frequentata dal jet set e dagli amanti del gusto, dello stile e dell’eleganza. Il suo clima viene definito “champagne” perché fresco e frizzantino. Un vero angolo di paradiso da visitare sia in inverno per praticare gli sport invernali che durante la bella stagione.

Saint Moritz, guida alla località sciistica

Nella piccola Saint Moritz la vita mondana regna sovrana, qui è possibile godersi una vacanza degna di sogno, un mix di divertimento, cultura, natura, shopping, eventi, attività sportive e tranquillità. Gli amanti degli sport invernali possono godere di ben 350 km di piste per tutte le specialità e per tutti livelli, circa 200 km sono poi a disposizione degli amanti dello sci da fondo e altri 150 km appositamente creati per le escursioni. Dalla località Corviglia parte la pista da discesa più ripida dell’intera Svizzera, costruita per le olimpiadi invernali, che, sul dirupo del Piz Nair, raggiunge una pendenza del 100 per cento. Meravigliosa poi la pista Cresta Run, per gli amanti dello skeleton, costruita nel 1885, lunga 1214 metri che da Saint Moritz scende fino a Celerina percorrendo un dislivello di oltre 150 metri.

Oltre alle meravigliose piste per gli sport invernali, poi, Saint Moritz è famosa per la sua acqua termale che irrora le SPA di tanti alberghi lussuosi della zona.

Nella piccola località svizzera è d’obbligo, inoltre, visitare la chiesa di San Maurizio, risalente al 1867, restaurata nel 1972, dove si possono ammirare le vetrate dell’artista Enrico Leone Donati. Sotto la chiesa si può anche ammirare una suggestiva cappella rupestre. Bellissima anche la Torre pendente risalente al XII secolo con un’altezza di 33 metri e una pendenza di oltre 5 gradi. Per gli amanti dell’arte si ricorda il Berry Museum, all’interno della centenaria Villa Arona, dedicata al medico e pittore Berry, che ospita oltre alle opere dello stesso anche numerose opere a lui appartenute. Inoltre da ammirare anche il Museo Segantini, costruito, in forma rotonda, dall’architetto Nicolaus Hartmann proprio per commemorare il pittore precursore dell’arte moderna.

Saint Moritz, come arrivare

In aereo
Tante le compagnie aeree che atterrano nelle vicine città di Zurigo, Ginevra, Basilea e Berna, la compagnia di bandiera, Swiss, raggiunge oltre 80 destinazioni in tutto il mondo.

In treno
Tantissimi i collegamenti su strada ferrata tra i quali ricordiamo anche quelli del Bernina Express, meglio conosciuto come trenino rosso, che attraversa 145 km complessivi con un dislivello totale di 1.824.

In auto
Una volta giunti al confine ed espletate le formalità doganali proseguire sulla Strada Nazionale 3 che prosegue fino a Saint Moritz.

Saint Moritz, dove dormire

Nelle tantissime strutture alberghiere presenti sull’intero territorio, molte delle quali dotate di SPA, il soggiorno è sempre e comunque piacevole, i costi vanno da 117 euro per una camera doppia.

Da sapere

In Svizzera i periodi che vanno da fine ottobre a metà dicembre e da metà aprile fino a inizio giugno sono considerati bassa stagione, per cui in questi mesi molte attività chiudono per ferie, cos’ anche diversi hotel e pensioni. Inoltre, in questo periodo, gli autobus di linea e i trasporti sono ridotti per di più alcuni impianti di risalita sono chiusi.

La domenica è festa e molti negozi sono chiusi, restano aperti soltanto quelli di souvenirs e le pasticcerie. Il 1° agosto, poi, è il giorno della festa nazionale svizzera e in quel giorno sono davvero pochi i negozi che non chiudono.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: