ViaggiNews

Essere pagati per viaggiare non è più un sogno

giovedì, 23 ottobre 2014

pagati per viaggiare

@Getty Images

Siete alla ricerca dell’azienda dei sogni dove poter lavorare? Pensate che la californiana Think Parallax paga addirittura i suoi impiegati per andare in vacanza.

Avete sentito bene, questa azienda americana di pubblicità pensa alle vacanze come un investimento sulla creatività dei suoi dipendenti arrivando ad elargire un bonus di 1.500 dollari a testa per incentivare questa attività.

In cambio di questa sovvenzione per visitare un posto che non si è mai visto la Think Parallax chiede di postare sul proprio sito immagini e un resoconto del viaggio intrapreso con le foto più belle e significative della loro esperienza.

I titolari dell’azienda Jonathan e Guusje non fanno mistero delle loro motivazioni: “come agenzia creativa, che crea pubblicità e strategie di marketing, sappiamo che il nostro compito è stimolare l’immaginazione dei dipendenti. Sappiamo che questo investimento avrà un impatto positivo, sia a livello lavorativo che nella vita fuori dall’ufficio”.

L’iniziativa, come immaginerete, ha già visto l’entusiastica partecipazione di 4 degli impiegati di questa azienda che sono partiti, rispettivamente, per Germania e Olanda, qualcun altro per il Perù e infine gli ultimi due a Berlino e in Nuova Zelanda.

Ciascuno poi ha portato con sé una lettera che alla fine comporrà il nome dell’azienda.

Decisamente un’idea simpatica e innovativa, chissà che anche qualche imprenditore italiano non la prenda in considerazione…

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: