ViaggiNews

3 motivi per cui evitare un giro in gondola a Venezia e 2 modi alternativi per visitarla

lunedì, 21 luglio 2014

venezia gondolaVENEZIA GONDOLA 3 MOTIVI PER EVITARE – Venezia è famosa in tutto il mondo per la sua magia, per i suoi canali e per le sue gondole. Un’imbarcazione affascinante che rende ogni foto in cui compare perfetta e misteriosa, con quel suo aspetto inconfondibile e il fascino di tempi passati.

Poi arriva il momento in cui bisogna salirci sopra per fare il consueto giro in gondola. Ma siamo certi che sia un momento irrinunciabile per cogliere la bellezza di questa città?

Tre motivi per fare a meno del giro in gondola:

1. Il costo
Le tariffe salgono di anno in anno. Le più abbordabili ora si aggirano intorno agli 80 euro per mezz’ora, ma non nelle ore di punta dove il prezzo sale a 100. Questi sono i prezzi ufficiali, ma spesso vi chiederanno molto di più: ricordatevi di contrattare.

2. Fidarsi dei residenti
Avete mai visto un veneziano in gondola? Per lo stesso motivo per cui non vedrete mai un cinese in risciò o un romano sulle carrozzelle. Questi mezzi di locomozione sono ormai solo per i turisti e questo agli occhi di un viaggiatore ne riduce di molto il fascino.

3. Non credete alle promesse di romanticismo
La gondola porta con sé la sua aura di romanticismo: in realtà passerete sotto ponti colmi di turisti che vi saluteranno e scatteranno foto, il gondoliere scambierà saluti e chiacchiere urlate quando incrocerà un’altra gondola e la vostra gita romantica avrà i suoni di una piazza del mercato. Fareste un giro romantico nel vostro mercato rionale?

Due metodi alternativi per visitare Venezia

Ok, probabilmente non siamo riusciti a intaccare il fascino di un giro in gondola. Se siete a Venezia però non dimenticate di usare anche altri due mezzi che vi permettono di godere della città con altre prospettive.

Usate i traghetti. Fanno percorsi diversi rispetto alle gondole, vi permettono di osservare la città da maggiore distanza ed è possibile fare un abbonamento che vi consente di essere trasportati per tutto il tempo che volete.

Usate i vostri piedi. Perdersi a Venezia non è un errore, è un obbligo. Girate tra le calle finché non saprete più orientavi, godetevi gli scorci che questa città sa regalare a chi la osserva senza fretta. Poi quando cominciate ad avere fame, accendete il vostro cellulare e con il gps tornate in albergo.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: