ViaggiNews

Tirana, guida alle bellezze della capitale dell’Albania

mercoledì, 14 maggio 2014

Tirana

Tirana, la capitale sopravvissuta al regime comunista/Roma – La città di Tirana oltre che essere la capitale dell’Albania è anche la sua città più grande e, negli ultimi anni, dopo un periodo di regime comunista durante il quale tanti sono stati i cittadini che hanno abbandonato la loro terra, rischiando la vita e imbarcandosi su barconi per giungere sulle coste italiane, ha avuto un rilancio economico e culturale, e la sua ricrescita urbanistica è stata molto veloce.

Tanti sono, infatti, i turisti, soprattutto giovani, che restano ammaliati dalle sue bellezze. La città è ricca di monumenti, musei, chiese e soprattutto offre una movida notturna decisamente invidiabile. Molti sono anche gli studenti italiani che hanno deciso di frequentare in questa città ancora economicamente “abbordabile” la facoltà di medicina, che vivono nelle zone ormai riqualificate e degne di rispetto.

Cosa vedere a Tirana.
Si resta letteralmente a bocca aperta giungendo nell’enorme Piazza Skanderberg nella quale è vivo il ricordo del vecchio regime comunista. In questa piazza, una volta, si tenevano le imponenti sfilate dell’esercito comunista che voleva mostrarsi nella sua grandezza. Nella Piazza, nel centro della quale sorge il monumento di Skanderberg a cavallo, si trova la Torre dell’orologio, chiamata Kulla e Sahatit, simbolo della città, alta ben 35 metri risalente al 1820, giungendo in cima alla quale è possibile godere di una veduta panoramica sulla città davvero mozzafiato. Ne pressi della Torre è possibile visitare, solo accompagnati da una guida, la piccola Moschea Et’hem Bey, costruita nel 1789, ricca di bellissime decorazioni e dipinti. Di fama mondiale, poi, c’è l’Opera di Tirana, il Teatro Nazionale di Opera e Danza, risalente al 1953, da dove sono usciti bravissimi ballerini di danza classica. Tante le meravigliose Chiese e anche i Musei presenti in città: il Museo Archeologico Nazionale dove si trovano numerose tracce risalenti ai vari periodi storici; il Museo di Storia Nazionale che narra la testimonianza del passato di questo paese e dove è possibile ammirare sulla sua facciata uno splendido mosaico raffigurante la storia dell’Albania. E ancora da vedere il Ponte di Trannes, interamente in pietra, risalente al periodo di dominio ottomano e la Piramide, che è il Centro Internazionale della Cultura. Della Fortezza di Giustiniano I restano solo le mura alte ben 6 metri. Degna di visita anche la Statua di Madre Albania situata vicino al cimitero di guerra, alta 12 metri.

Come arrivare.
In Aereo. Partendo da Roma il prezzo di biglietto parte da euro 68 a persona e il volo dura circa 1,30 ora (clicca qui per orari e disponibilità). Partendo da Milano il prezzo parte da 65 euro a persona, con durata del volo di circa 1,50 ora (clicca qui per orari e disponibilità). L’aeroporto è fuori dalla città e per raggiungerla è possibile usufruire del servizio Bus Navetta che costa circa 2 euro oppure prendere i taxi parcheggiati davanti l’aeroporto al costo fisso di 20 euro.

Dove dormire.
Gli alberghi presenti nella città di Tirana sono davvero economici, i prezzi partono da 50 euro a week end (due notti) per una camera doppia (clicca qui per disponibilità  e ulteriori dettagli).

Tags:

Altri Articoli Interessanti: