ViaggiNews

Top 5: I luoghi da vedere con Google Earth

giovedì, 3 ottobre 2013

GETTY IMAGES

I cinque luoghi da vedere con Google Earth/Roma – Attraverso la tecnologia ed il computer si possono fare cose straordinarie: ad esempio si può scoprire il mondo. Se è umanamente impossibile conoscerlo tutto, c’è un servizio che permette di farlo. Certo, non è come viverlo, ma permette di conoscere ciò che di bello e sconosciuto c’è fuori dalla finestra e sognare, un giorno, di poterlo vedere con i propri occhi.

Si tratta di Google Street View, servizio attivo dal 2007, che nasce inizialmente con la funzione di dare uno sguardo a 360° delle strade di tutto il globo. Successivamente i confini del servizio si sono allargati e ora è possibile guardare con occhi virtuali anche a parecchi metri d’altezza e nei fondali marini. Non ci credete? Ecco la classifica riportata da fastweb.it.

  • Al quinto posto troviamo vedere la città di Parigi a 300 metri d’altezza dalla Tour Eiffel: simbolo della città, è stata edificata nel 1889 da Gustave Eiffel, di cui porta il nome. Oggi, grazie al Google Culturale Institute, si può ammirare in tutta la sua interezza con uno sguardo a tutto tondo.
  • Al quarto posto c’è Stonehenge:  uno dei monumenti neolitici più impressionanti, risale al 1600 a.c.. Dal 1986 è patrimonio dell’Unesco e sembra sia uno dei più antichi osservatori astronomici del mondo.
  • Al terzo posto troviamo  il Burj Khalifa, il grattacielo più alto del mondo con i suoi 828 metri da cui si può ammirare il panorama mozzafiato di Dubai.
  • Sul secondo gradino del podio troviamo invece l‘oceano! Grazie infatti alla collaborazione di Google con il Catlin Seawiew Survey, si può osservare la meraviglia della Grande Barriera Corallina stando comodamente seduti davanti al computer. Sono state scattate oltre 50.000 foto panoramiche subacquee in alta risoluzione, poi unite da Google Street View.
  • Il primo posto se lo merita senz’altro la Capanna Scott, che si trova in Antartide da 100 anni: dal 1912 è infatti situata tra i ghiacci come testimonianza degli antichi esploratori dell’epoca.ù

 

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: