ViaggiNews

Guida Lipari: alla scoperta della regina delle Eolie

domenica, 26 maggio 2013

 

da GettyImages

Nel bel mezzo dell’arcipelago delle Eolie sorge un’isola dal fascino intramontabile, piena di storia, cultura, candide spiagge e acque cristalline. Crocevia per i traffici del fiorente commercio dovuto alla sua posizione strategica nel Mediterraneo, Lipari mantiene tutto il fascino incontaminato della natura più selvaggia, unito all’ottima cucina e ai divertimenti adatti a grandi e piccini.

 

È proprio la sua ubicazione a rendere questo luogo il punto di partenza ideale per la scoperta dell’arcipelago: vi basterà salire a bordo di un caratteristico gozzo liparoto o di un moderno aliscafo per raggiungere le spiagge più belle delle isole vicine e fare un giro di Lipari per vederla in tutto il suo splendore, dal mare.

D’inverno c’è ben poco da fare, ma d’estate di certo non mancano i divertimenti e i turisti. Nonostante il caldo afoso, accorrono da ogni parte del mondo per godersi questo piccolo angolo di paradiso!

 

COSA VEDERE

 

SPIAGGE. La Spiaggia Bianca è famosa per essere la più bella dell’isola, grazie all’accessibilità e allo splendore del paesaggio. Non fatevi ingannare dal nome, nonostante si chiami Spiaggia Bianca infatti la sabbia è scura, mentre ad essere candido è il fondale marino completamente ricoperto da pomice. L’acqua sempre calda e pulita la rende perfetta per i più piccoli, e per raggiungerla è sufficiente seguire le indicazioni per Acquacalda. Qualora non foste provvisti di auto, è anche servita da mezzi pubblici e raggiungibile via mare. Durante l’alta stagione poi, ricordatevi di arrivare quanto più presto possibile, prima che ombrelloni e lettini la affollino.

Situata nell’estremità meridionale dell’isola c’è la Praia di Vinci, una spiaggia mista tra sabbia e ciottoli, in cui potrete ancora apprezzare la natura allo stato brado. Raggiungibile solo via mare e bagnata da acque cristalline, questo splendido tratto di costa include baie e insenature che si alternano fino alla rocca di Lipari. Per veri amanti della natura.

Sulla costa settentrionale di Lipari sorge il fiorente borgo di Acquacalda, dominata dall’imponente montagna bianca della pomice, le cui cave sono rinomate in tutto il mondo. L’omonima spiaggia è una lingua di litorale ghiaioso dall’effetto suggestivo, con un romantico pontile di ferro lungo oltre cento metri e tutti i comfort che possiate immaginare: dai numerosi bar ai ristoranti di specialità di mare.

La Spiaggia di Canneto si trova sulla costa est dell’isola, ad appena 3 chilometri a nord di Lipari paese. Anche qui la sabbia scura si mischia alla ghiaia ed ai ciottoli, mentre l’acqua è limpida e smeraldina. Questa spiaggia è racchiusa in una splendida baia attrezzata con ombrelloni, lettini e numerose strutture ricettive, oltre che ristoranti e locali tipici. Perfetto per chi viaggia in famiglia e vuole avere tutto a portata di mano.

Se avete intensione di fare un’escursione in barca, non perdetevi le Spiagge Nere di Lipari, sull’isola di Vulcano. In questo caso il nome è dato dal colore della sabbia di origine vulcanica, ed il litorale ricco di stabilimenti è circondato dal verde della macchia mediterranea. A due passi dai porti di Levante e di Ponente, questa spiaggia è sempre affollatissima durante la bella stagione.

 

da GettyImages

MONUMENTI.

Per chi volesse fare una passeggiata tra la storia, Lipari è piena di perle culturali inestimabili. La piccola cittadina è dominata da un maestoso Castello medievale con annesso un antico chiostro benedettino. Nel 1500 gli spagnoli costruirono le mura di cinta che ancora oggi racchiudono i resti delle torri di epoca medievale e una torre ellenica risalente al IV sec a.C. È su questo altopiano che i greci istituirono l’antica acropoli di Lipara e che successivamente si insediarono i romani, di cui ancora oggi possiamo ammirare i ruderi.

All’interno del Castello ha sede il Museo Archeologico Regionale Eoliano Luigi Bernabò Brea, in cui sono conservati i reperti rinvenuti nel corso degli scavi archeologici, risalenti all’età del Bronzo e all’epoca greco-romana. Molto interessanti anche le sezioni di geologia e vulcanologia.

Di fronte all’entrata di piazza Mazzini sorge la Chiesa di San’Antonio e l’antico convento francescano in cui oggi ha sede il Municipio, mentre sulla sommità del Castello è possibile scorgere la Cattedrale di San Bartolomeo, risalente al XIII secolo e successivamente restaurata in epoca tardo-barocca.

Se siete amanti dell’archeologia poi non potete perdervi il Parco Archeologico di Contrada Diana, in cui è possibile ammirare un consistente tratto di mura greche oltre che ai resti di alcune abitazioni romane e di una torre.

 

COSA MANGIARE

È facile innamorarsi della gastronomia eoliana, ricca di piatti e ricette che affondano le radici nelle antiche tradizioni di questo magnifico angolo di Sicilia. Una delle caratteristiche della cucina tipica delle Isole Eolie è l’uso di erbe aromatiche che vengono sapientemente mixate nei piatti per donargli un gusto ed una fragranza senza pari.

Non solo basilico, aglio e rosmarino, ma anche le olive e i pomodorini a pennula, i capperi e la freschissima menta.

Il pesce in tavola la fa da padrone: dai primi come la pasta con i ricci di mare o gli spaghetti alla strombolana con capperi, al tortino di spatola, passando per il pescato alla brace e la caponata eoliana.

I dessert tipici ci sono gli spicchiteddi, a base di vino cotto, cannella e chiodi di garofano, e le vastiduzze, dei dolci fatti con uva passa e mandorle. Il tutto possibilmente da innaffiarsi con un’ottima Malvasia delle Isole Lipari, un vino bianco perfetto per accompagnare dolci e frutta fresca.

 

LIPARI DI NOTTE

Da giugno a settembre, la notte di Lipari si riempie con un susseguirsi di eventi, concerti, festival, rassegne cinematografiche, festival teatrali e manifestazioni folcloristiche che animano le torride serate estive.

Uno dei locali storico è il Chitarra Bar, un locale con ampio spazio all’aperto che offre spettacoli di musica dal vivo ed esibizioni di artisti e virtuosi musicisti locali, mentre se cercate una location mozzafiato dove scatenarvi fino alle prime luci dell’alba c’è il Turmalin, una discoteca sulla scogliera con alle spalle l’incantevole profilo del Castello di Lipari, tappa obbligatoria per gli amanti della movida.

In località Canneto, ricavato al piedi del Monte Rosa ed incastonato nella baia di Unci sorge il Sealight, un club di recente costruzione dotato di ampia terrazza e una piccola pista da ballo frequentato dai più giovani.

 

DOVE DORMIRE

Su questa splendida isola le strutture ricettive certo non mancano. Al Residence Acquacalda, ad appena 10 metri dall’omonima spiaggia, godrete di un panorama mozzafiato a pochi passi da bar, ristoranti e locali, oltre che dalla fermata dei principali bus che servono l’isola. Le camere sono luminose e coloratissime, il parcheggio come anche la navetta per il porto sono gratuiti ed è possibile noleggiare a prezzi convenzionati scooter, auto e prenotare escursioni in barca.

Ad appena 500 metri dal centro storico di Lipari c’è l’Hotel Borgo Eolie, una tipica costruzione che offre piscina all’aperto con idromassaggio e parcheggio gratuito. Tutte le camere sono dotate di tv, aria condizionata e terrazza privata con mini-salottini per permettere a tutti gli ospiti di godere in tranquillità del romantico tramonto. Il servizio navetta per il porto ed il centro è gratuito ad orari prestabiliti ed anche qui potrete noleggiare bici, motorini e auto. Inoltre, gli ospiti di questo albergo godono di sconti nelle spiagge limitrofe e si organizzano regolarmente escursioni alla scoperta dell’arcipelago.

Se amate la tranquillità e l’indipendenza il Residence Hotel La Giara è quello che fa per voi. Ad appena 5 minuti dal Porto di Lipari, offre infatti monolocali e appartamenti completi di servizi privati, climatizzazione e angolo cottura, oltre al servizio di pulizia giornaliero incluso nella tariffa. La spiaggia è a pochi passi come anche il centro della piccola cittadina, rendendola una sistemazione perfetta per una vacanza pratica ed economica. Da non perdere la prima colazione sulla terrazza panoramica.

 

da GettyImages

 

 

COME ARRIVARE E COME MUOVERSI

Per raggiungere Lipari ci sono un’infinità di modi. Con l’aereo per esempio potreste raggiungere l’aeroporto di Reggio Calabria, il più vicino, oppure optare per quello di Catania, distante circa 150 chilometri e ben collegato con Milazzo, o per l’aeroporto di Palermo, a circa 220 chilometri.

Una volta giunti al porto di Milazzo troverete le navi-traghetto della Siremar, Usticalines e N.G.I., che in appena due ore vi porteranno a Lipari con la possibilità di imbarcare l’auto. Inutile dirvi che specialmente nei mesi estivi la prenotazione in anticipo è d’obbligo.

Via mare è possibile raggiungere l’arcipelago delle Eolie in appena un’ora anche da Reggio Calabria e da Messina tramite gli aliscafi della Usticalines, mentre da Palermo e Cefalù i tempi di percorrenza si allungano. Da Napoli poi partono i traghetti della Siremar che richiedono una nottata di viaggio.

Giunti a Lipari, potrete visitare le principali spiagge e località grazie al locale servizio di bus, ma l’ideale è noleggiare un’auto o uno scooter per poterla girare liberamente e organizzarsi le varie giornate di escursioni in maniera indipendente.

 

Silvia Fanasca

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: