ViaggiNews

Le barriere coralline più belle al mondo: dove fare snorkeling

mercoledì, 11 luglio 2012

 

(Gettyimages)

Snorkeling nelle barriere coralline più belle \Roma – Spiagge dalla sabbia bianca e fine, bagnate da acque cristalline e dai fondali ricchi di flora e fauna: questo è il paradiso per gli amanti delle immersioni subacquee ma, anche per chi preferisce praticare snorkeling con lo scopo di ammirare le più belle barriere coralline al mondo. Ma dove andare per una vacanza all’insegna del mare e dei suoi tesori naturali? Viagginews. com vi propone le migliori barriere coralline al mondo in cui poter praticare snorkeling tra pesci, tartarughe, coralli e fondali da favola.

Australia. Qui si trova la più grande barriera corallina dell’intero pianeta: 2300 km di fondali, dichiarati Patrimonio dell’Umanità, in cui poter osservare oltre 1500 varietà di pesci e altrettanti di coralli e molluschi. Per guida sull’Australia clicca qui.

(GettyImages)

Indonesia. Le isole Raja Ampat, nella Papua Occidentale, sono il paradiso per gli amanti dei coralli e non a caso sono proprio conosciute con il nome di “triangolo dei coralli” in quanto punto di incontro tra le barriere coralline di Indonesia, Filippine ed Australia settentrionale. Unanimemente sono considerate uno dei posti più belli al mondo e in questi fondali trovano riparo 1200 tipi di peschi molti dei quali rarissimi.

Bahamas. L‘Isola di Andros oltre ad essere la piu grande dell’arcipelago è anche la meno esplorata e conosciuta e racchiude la terza barriera corallina più grande al mondo. Oltre ad una distesa di 225 km di coralli qui si trovano anche delle grotte sottomarine chiamate Blue Holes perfette per chi pratica immersioni.

 

(GettyImages)

Seychelles. La patria delle tartarughe, degli squalo martello, delle mante e di infinite varietà di pesci. L’arcipelago delle Seychelles è il luogo ideale per praticare snorkeling ed in particolar modo l’Atollo di Aldabra, il più grande atollo di corallo emerso al mondo che custodisce al suo interno i fondali più ricchi dell’intero arcipelago. Per guida e informazioni sulle Seychelles clicca qui.

Belize. 300 km di barriera corallina che si sviluppano dalla Penisola della Yucatan fino all’Honduras. La Belize barrier reef è la più grande barriera corallina dell’emisfero boreale, seconda solo a quella dell’Australia, in cui si possono ammirare anche specie in via di estinzione come le tartarughe marine ed i lamantini.

(GettyImages)

Nuova Caledonia. Dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 2008, la barriera corallina della Nuova Caledonia è una delle più grandi al mondo con i suoi 1500 km. Oltre a percorrere tutto il perimetro dell’isola di Gran Terre, la barriera forma anche una laguna a circa 30 km dalla costa dove l’acqua è profonda circa 20 metri. Tra gli animali più particolari che la abitano si trova il Dugong dugon, oramai in forte rischio di estinzione, e le tartarughe verdi.

Mar Rosso. Questo  mare nasconde al suo interno alcuni dei tratti più belli di barriera corallina. Il reef qui è ricoperto da coralli dagli incredibili colori rosa, gialli e rossi  e le specie di pesci che vi trovano riparo sono innumerevoli. La barriera corallina del Mar Rosso ha determinato la fortuna di importanti località turistiche come Sharm el Sheik, Hurgada e Marsa Alam che fanno del reef e del parco nazionale di Ras Mohammed, in cui si possono avvistare tartarughe, delfini e mante, il loro punto di forza. Per tutte le guide sul Mar Rosso clicca qui.

Federica Fralassi

Tags:

Altri Articoli Interessanti: