ViaggiNews

Documenti per viaggiare, carta d’identità valida per l’espatrio: ecco le nuove regole

martedì, 27 marzo 2012 16

rogno.carta .identita.scaduta.sito  e1332837643119 Documenti per viaggiare, carta didentità valida per lespatrio: ecco le nuove regoleCambiano le norme per il rinnovo della carta d’identità \ Roma – Un timbro sul retro e il documento tornava ad essere come nuovo: così funzionava sino a pochi giorni fa il rinnovo della  carta d’identità, documento che, grazie alle norme vigenti su scala europea, è oramai divenuto essenziale non solo per muoversi nella Penisola ma anche per viaggiare. Basta infatti esibire quel cartoncino rosa per spostarsi da una nazione all’altra del continente, dicendo così finalmente addio alla pila di documenti che un tempo riempivano i cassetti di casa creando confusione e facendo spesso incappare il viaggiatore in pericolose sviste.

Valicare i confini nazionali è dunque da anni paragonabile ad un viaggio fuori dalle mura cittadine, nessun problema e transito assolutamente libero. I cambiamenti in queste cose però si sa sono sempre dietro l’angolo e quindi è sempre opportuno tenere gli occhi ben aperti, così da evitare di trovarsi bloccati all’aeroporto in stile The Terminal.

Qualche cambiamento in effetti ci è già stato e, un po’ di distrazione ma anche un livello di informazione non esattamente adeguato, potrebbe aver fatto venir meno l’aggiornamento: da Febbraio 2012 infatti sono state modificate le norme di rinnovo del documento valido per l’espatrio, facendo venir meno la validità del timbro di prolungamento  e allungando la durata di vita della carta d’identità stessa.

Chi si trovasse dunque in possesso di una carta d’identità scaduta dovrà recarsi presso l’ufficio competente e produrne una ex novo, poichè il timbro da apporre dietro il documento non viene più riconosciuto come valido. Per lo stesso motivo, chi fosse in possesso di una carta d’identità così rinnovata, sappia che essa sarà valida solo sino al compleanno successivo all’apposizione del timbro e che comunque il documento non ha validità per l’espatrio.

Insomma, le carte scadute, timbrate o meno, sono tutte da rinnovare e, una volta acquisita la nuova, questa avrà ben dieci anni di validità con scadenza il giorno del proprio compleanno (impossibile da dimenticare). Non resta dunque che accertarsi della condizione della propria carta d’identità e provvedere a rimettersi a norma: il prossimo viaggio potrebbe essere dietro l’angolo!

Francesca Testa

Comments

Sullo stesso Argomento: