ViaggiNews

Thailandia: cosa vedere e fare, guida e info pratiche

mercoledì, 22 febbraio 2012

Thailandia, guida al meglio del paese/Roma-La Thailandia uno dei paesi del Sud Est Asiatico più ricco sia dal punto di vista naturalistico che da quello storico e culturale. Geograficamente, confina con il Laos, la Cambogia, la Malesia e l’ex-Birmania ed è bagnata dal mare delle Andamane, nell’Oceano Indiano. Chi visita la Thailandia può concentrarsi su una delle quattro regioni del paese (o visitarle tutte): oltre alle pianure fertili lungo il fiume Chao Phraya, si può attraversare l’altopiano del nord-est, salire nelle valli del nord, oppure spingersi a sud, dove si trovano le spiagge più belle. Oltre ai paesaggi mozzafiato, uno dei motivi che attirano ogni anno numerosi turisti in Thailandia è la grande ospitalità della popolazione locale. Per il resto, il paese è perfetto per quanti cercano relax e quiete (magari in spiaggia), per chi ama le metropoli (la nightlife di Bangkok non ha eguali), per chi predilige la natura (la foresta tropicale è una delle meglio conservate al mondo) e persino per gli appassionati di l’archeologia (i religiosissimi thailandesi hanno conservato monasteri millenari). Dopo le disastrose alluvioni dell’anno scorso, inoltre, la Thailandia ha ripreso tutte le attività turistiche e in tutto il paese sono state terminate strutture che renderanno ogni vacanza un vero sogno.

 

COSA FARE?

Chi vuole visitare la Thailandia in completo comfort può appoggiarsi a un tour organizzato; in alternativa, chi ha più tempo può affidarsi ai trasporti locali (o noleggiare un’auto, ma serve la patente internazionale) e, ‘zaino in spalla‘, scoprire in autonomia le bellezze del paese.

Ecco le mete da non perdere in Thailandia:

Città e archeologia: La maggior parte degli aerei atterrano nella capitale Bangkok e vale la pena spenderci un paio di giorni. Oltre ai monumenti storici (come il Wat Traimit e il tempio del Buddha d’Oro), i turisti non possono perdere il mercato galleggiante del Wat Sai, composto da esili canoe cariche di merci di ogni tipo. Un’altra città di grande interesse storico è Nakhon Pathom, dove si trova il Phra Pathom Chedi, il monumento a Buddha più alto del mondo. Ayuthaya, da anni parte del patrimonio dell’Unesco, è un’altra città che va vista, soprattutto per l’omonimo tempio e per l’Elephant Kraal, l’antico recinto degli elefanti. Più a sud si trova invece Chiang Mai, che raccoglie oltre trecento templi, tra cui quello del Doi Suthep, raggiungibile con trecento gradini costeggiati da due serpenti dorati.

Isole e spiagge: Le innumerevoli isole rappresentano la meta di migliaia di turisti di tutto il mondo. Pukhet, una delle più popolari, offre una commistioni di paesaggi e culture unica; alle spiagge rocciose, si alternano spiagge bianche, così come la cultura locale ha subito nel corso dei secoli influssi portoghesi e cinesi. Ko Samui è il paradiso di chi in vacanza cerca la combinazione spiaggia bianca-mare cristallino-palme. Le spiagge più belle sono quelle di Mae Nam, Hat Lamai, Big Buddha e Hat Cheweng, e lì è possibile praticare snorkelling, sub o più semplicemente rilassarsi sulla sabbia. Chi cerca angoli fuori dalle solite rotte può invece puntare su Ko Kut; frequentata dai thailandesi in vacanza, l’isola offre oltre a coste e entroterra mozzafiato la possibilità di vivere qualche giorno a stretto contatto con usi e costumi thailandesi. In Thailandia, inoltre, si trovano alcune  delle dieci spiagge più belle del mondo, per saperne di più clicca qui.

 

Parchi naturali: La natura della Thailandia gode di un buono stato di conservazione grazie alla presenza di numerosi parchi naturali. Quello di Khao Yai è stato fondato nel 1962 ed è perfetto per chi ama i trekking; gli oltre cinquecento sentieri nella foresta pluviale danno la possibilità di osservare numerose specie di piante e animali e, per i più pigri, sono disponibili percorsi con gli elefanti. Il parco di Erawan è conosciuto soprattutto per le grotte di Phrarthat e le omonime cascate, che formano sette laghi dove è possibile nuotare osservando le scimmie sugli alberi.

 

 

DOVE ALLOGGIARE

Albergo? Resort di lusso? Mini hotels? Guest-house? La Thailandia offre ogni tipo di soluzione per ogni gusto e budget. Oltre ai resort extra-lusso, è possibile affidarsi a boutique hotel e pensioni. Il vantaggio della Thailandia, in ogni caso, è l’ottimo rapporto qualità prezzo e anche con 10-15 euro a notte si può alloggiare in strutture di charme, come le caratteristiche capanne sulla spiaggia.

 

QUANDO ANDARE?

Il periodo migliore per visitare la Thailandia è l’inverno, che corrisponde alla stagione secca locale. Chi vuole esplorare il sud del paese può puntare anche sulla primavera, in quanto le precipitazioni sono piuttosto attenuate. Per saperne di più, clicca qui per la guida al METEO della Thailandia.

COSA MANGIARE?

La cucina thailandese è estremamente variegata e accontenta anche i palati più raffinati. Gli ingredienti base, ovvero il riso, le verdure, la carne e il pesce, vengono aromatizzati con delicate spezie che rendono i piatti appetibili sia per la vista che per il palato. Per saperne di più sulla cucina thailandese, clicca qui per la guida al CIBO thai.

TRASPORTI

I voli in partenza dall’Italia atterrano nella capitale Bangkok; in alternativa, si trovano charter diretti a Phuket, Chiang Mai o Hat Yai. Mediamente il volo per Bangkok dura sulle 15 ore e richiede uno scalo tecnico. I prezzi variano a seconda della stagione; durante l’estate si trovano anche voli a 400 euro. Tra le compagnie che volano verso la Thailandia, si segnalano Thai Airways, Qatar Airways, KLM.

Chi non si appoggia a un tour organizzato può esplorare il paese con i bus, treni o aerei interni (ci sono anche compagnie low cost come Nok, Bangkok Air e Orient Thai). La maggior parte dei thailandesi parla inglese (anche le indicazioni stradali hanno la doppia lingua), quindi non è difficile chiedere indicazioni, soprattutto sulle principali rotte turistiche. Una buona alternativa è quella di noleggiare un auto nelle principali agenzie internazionali (tranne che durante la stagione delle piogge, quando le strade si trasformano in veri e propri fiumi); in questo caso, è necessaria la patente internazionale oltre che una buona assicurazione.

 

INFORMAZIONI PRATICHE

Documenti: L’ingresso in Thailandia è possibile solo con un visto turistico che dura 30 giorni e può essere acquistato nella dogana dell’aeroporto.

Fuso orario: Il paese si trova sette ore avanti rispetto al meridiano di Greenwich.

Vaccinazioni: Le vaccinazioni consigliate sono antitifica e antimalarica (consigliata solo per le zone non turistiche). L’Aids una malattia molto diffusa. Per saperne di più sulle vaccinazioni, clicca qui.

Lingua: La lingua ufficiale il Thai, ma si parla correntemente anche l’inglese, soprattutto nelle zone turistiche del paese.

Religione: La religione principale è il buddhismo therevada. Per visitare i templi, è necessario indossare vestiti adeguati (no a canotte o pantaloni corti).

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: