ViaggiNews

News | Dreamliner, il nuovo aereo ecologico

martedì, 27 settembre 2011

 

CONSEGNATO IL PRIMO DREAMLINER ALLA COMPAGNIA AEREA GIAPPONESE, IL NUOVO MODO DI VIAGGIARE IN AEREO \Roma – Ieri è stato consegnato alla compagnia giapponese Ana il primo esemplare di Jet Boeing 787 Dreamliner, il nuovo aereo del futuro che abbatte i consumi, i costi di esercizio, le emissioni di gas serra e i livelli di inquinamento acustico. Si tratta di un aereo che diventerà la realtà nei cieli del nostro piante in breve tempo e che finora ha battuto anche il record per ordini ricevuti:sono 56 le compagnie che hanno comprato, nonostante la crisi economica, oltre 800 esemplari di Dreamliner.

Ci sono voluti 8 anni,tre in più del previsto, per realizzare questo aereo con una spesa di oltre 15 miliardi di dollari e la cooperazione di 13 nazioni, tra cui spiccano Gippone ed Italia, che hanno creduto ed investito nel progetto.

Rispetto ad un altro aeroplano il Dreamliner riduce del 60% il livello di inquinamento acustico e del 20% le emissioni in atmosfera di gas serra mentre, aumenta del 40% il raggio d’azione da coprire. In questo modo si potranno effettuare voli diretti, tra città molto lontane come Venezia-Filadelfia, senza dover effettuare noiosi scali, in Hub sempre troppo affollati. Il boeing 787 rappresenta l’aereo ecologico, leggero e meno costoso e che permette di unire la possibilità di abbattere i costi di carburante alla sostenibilità ambientale.  Un aereo super tecnologico con una fusoliera totalmente in fibra di carbonio, una forma aerodinamica, che riduce la resistenza con l’aria e  che offre la possibilità di usare motori meno potenti, e un abitacolo incredibilmente moderno che può ospitare fino a 290 passeggeri. Chi viaggerà sui nuovi aerei si troverà in sistemazioni più comode, con lo spazio del  corridoio e tra i sedili più largo di sei centimetri.

Il Dreamliner rappresenta il nuovo modo di concepire il viaggio aereo, un viaggio più veloce, più comodo e soprattutto più ecologico.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: