ViaggiNews

Idee di Viaggio | Lampedusa: il mare fino ad Ottobre

sabato, 17 settembre 2011

LAMPEDUSA, MARE ALLE PORTE DELL’AFRICA, ISOLA DA SCOPRIRE A FINE ESTATE, IMMIGRAZIONE E TURISMO LAMPEDUSA, METE MARE SETTEMBRE \ ROMA – Sembra oramai giunto il tanto odiato momento di riporre costume e telo da mare in cantina: l’estate giunta al termine porterà lentamente la spiaggia e le nuotate nel mondo dei ricordi ma staccarsene sembra davvero un affare complicato; a nessuno piace infatti dire addio ad abbronzatura, relax e lunghe giornate oziose: ecco che allora i vacanzieri dell’ultimo minuto scendono in campo alla disperata ricerca di un luogo dove l’estate possa ancora sorridere loro, magari a basso costo e non troppo lontano da casa; pretese eccessive? Forse sì ma ciò non significa che una speranza non possa rimanere accesa: mare cristallino, spiagge incontaminate, caldo estivo a Settembre inoltrato, entro i confini nazionali e ad un prezzo accettabile… in una parola, Lampedusa!

L’isola siciliana all’estremo sud dell’Italia ha senza dubbio preso dalla vicina Africa le calde temperature che garantisco nel mese di Settembre una vacanza degna del miglior Luglio o Agosto: la meta sembra insomma perfetta, senza poi pensare all’idea di poter aiutare i cittadini di questa meravigliosa isola che ha vissuto una stagione nettamente al di sotto degli standard a causa dell’onda lunga “immigrazione“. I vacanzieri, spaventati dall’idea di vedere al largo qualche barcone affiancato ai soliti yacht oppure di dover dividere il bar con orde di clandestini, hanno accuratamente evitato l’isola, non curanti inoltre delle testimonianze di chi invece su quelle spiagge si è recato  e ha potuto senza dubbio affermare che neanche l’ombra degli immigrati ha oscurato una vacanza da sogno: insomma, se il problema immigrazione continua ad invadere giornali e tv, certo non intacca minimamente la vera Lampedusa, che continua ad offrire spettacoli naturali e straordinaria accoglienza a chiunque sappia andare oltre i pregiudizi volando fino alle sue coste.

In 26 Km di costa questa straordinaria isola raccoglie paesaggi estremamente variegati, ognuno con un suo particolare fascino: spiagge, insenature, anfratti, acque profonde e mare tanto cristallino da poter vedere il fondale ad occhio nudo. Questa caratteristica fa di Lampedusa il luogo ideale per ogni tipologia di vacanziere: da chi ama fare immersioni a chi preferisce passare lunghe ore a rosolare al sole, tutti potranno trovare il luogo su misura per loro.

La costa nord è quella più spettacolare: falesie a picco sul mare e faraglioni sormontano acque dalla trasparenza cristallina, dove a tratti si aprono calette con grotte che incanteranno i sub più appassionati. Questa zona è però accessibile solo via mare, visitarla sarà allora la perfetta occasione per un lungo giro in barca che permetterà di scoprire l’isola da una nuova prospettiva di carattere marino.

La costa meridionale è invece quella più adatta alle famiglie e, in generale, a chi ama sentire la sabbia sotto i piedi: infatti le più celebri celebri spiagge si trovano proprio in questo tratto di costa, alcune delle quali godono anche di una tutela particolare in quanto patrimonio nazionale. Tra queste ultime non si può non citare l’oramai celeberrima Spiaggia dei Conigli, cuore del parco nazionale dove la sabbia si presenta di un bianco abbagliante che crea un contrasto molto vivido con l’azzurro del mare: forse proprio per la straordinaria bellezza le tartarughe hanno selezionato questo luogo per deporre le uova ogni anno. Le stesse meravigliose sabbie bianche si possono però trovare anche nella vicina spiaggia di Cala Pulcino, situata in uno splendido vallone raggiungibile per solo via mare.

Se però si parla di limpidezza delle acque una menzione speciale merita la spiaggia della Guitgia, il cui fondale risulta ancor più sorprendente se si pensa che ci si trova nella baia del porto: la spiaggia si trova praticamente dentro il paese e il primo avvistamento avviene già da sopra l’aereo durante l’atterraggio.

Nel caso in cui il visitatore fosse in cerca di romanticismo la spiaggia ideale è senza dubbio quella di Cala Francese, dove la leggenda vuole che le coppie innamorate venendo qui possano realizzare il desiderio di rendere feconda la loro unione: la sabbia rende questo luogo perfetto per le famiglie mentre gli anfratti rocciosi faranno la gioia degli appassionati di snorkeling.

Nel caso in cui lo scirocco imperversasse non è comunque il caso di rinunciare ad una giornata di mare: ci si potrà infatti rifugiare a Cala Croce, spiaggia le cui chiare sabbie sono riparate dal vento. Se invece è la tramontana ad affliggere il bagnante, questo potrà trovare quiete nella grande spiaggia di Cala Maluk. a est dell’isola dove si trova però anche la minuscola Cala Pisana, lunga appena dieci metri e luogo prediletto dai cittadini di Lampedusa per esibirsi in spettacolari tuffi.

La fauna marina è particolarmente ricca a Cala Madonna, luogo che inoltre accontenterà anche gli appassionati di pesca che qui potranno conquistare un ricco bottino oltre naturalmente a godersi le bellezze della spiaggia.

Queste sono naturalmente solo alcune delle bellezze naturali di un’isola che merita di essere scoperta in tutta calma e,se possibile, muniti di barca, così da poter godere a pieno dell’incantevole mare turchese.

Non resterà poi che concludere la giornata in uno dei ristorantini di pesce sparsi all’interno dei 20,2 Chilomentri quadrati dell’isola: una meravigliosa cena seguita da una altrettanto rilassante passeggiata nel piccolo centro abitato; cosa si può chiedere di più da una vacanza di fine estate?

Francesca Testa

Tags:

Altri Articoli Interessanti: