ViaggiNews

Guida|Estate 2011 Corsica: un paradiso naturale

giovedì, 9 giugno 2011

 

CORSICA, META IDEALE PER LE VACANZE ESTIVE,  PER CHI AMA LA MONTAGNA, IL MARE E SPIAGGE DA SOGNO \ Roma –  La Corsica, soprannominata la montagna nel mare, è un ‘isola unica nel suo genere, con un patrimonio naturale diverso da tutte le altre isole del Mediterraneo. Offre ai turisti che da sempre la scelgono come meta prediletta per le vacanze estive un panorama unico al mondo: da un lato acque cristalline, spiagge bianche e  calette incontaminate e dall’altro il cuore pulsante del posto, con più di 100 montagne che la rendono la più montuosa isola del Mediterraneo, ricche di  foreste di pini e di laghi dall’ acqua color verde smeraldo, con un’abbondante flora che vanta numerosissime specie endemiche.

Le montagne, le cui cime di inverno sono spesso innevate, sono il luogo adatto per gli amanti delle passeggiate a cavallo o in montain bike e per chi ama il brivido di escursioni mozzafiato su queste splendide montagne che offrono una vista stupefacente sul mare cristallino.

La Corsica nella stagione estiva è presa d’assalto da molti turisti attratti dalle sue acque che permettono bagni già dal mese di maggio, con una temperatura intorno ai 20°C, ma che raggiunge temperature più calde nei mesi di luglio ed agosto.

Sono 3.500 i km quadrati protetti dal Parco Naturale Regionale della Corsia, con 5 Riserve Naturali ed un Parco Marino Internazionale che proteggono le moltissime spiagge e i borghi da sogno che l’isola presenta. Vediamo le più importanti:

Saint- Florent: una delle località balneari più conosciute, ottima per le passeggiate lungo il porto turistico ricco di ristoranti e caffè. Da qui si può arrivare alle splendide spiagge bianche di Loto e Saleccia, un vero paradiso terrestre, totalmente naturale grazie anche alla difficoltà di accesso a questi luoghi che ne limita la presenza di visitatori.

La Marana: situata a sud di Bastia è facilmente raggiungibile grazie alla presenza di una strada asfaltata con numerosi accessi al mare. La spiaggia molto fine è di color grigio ed è interrotta in due punti da canali che la collegano ad un grande stagno di acqua salmastra ubicato alle sue spalle. Le acque di questo luogo sono ricche di pesci, con la presenza costante di mormore,orate e ombrine.

Ostriconi: è situata a pochi chilometri dalla costa dell’Ile Rousse e prende il nome dall’omonimo fiume che termina il suo corso proprio in questo splendido punto. La spiaggia non ha un facile accesso, la macchina va lasciata ad un chilometro di distanza per poi percorrere ripidi sentieri. La difficoltà di accesso la rende un luogo selvaggio e incontaminato, non ci sono bar o ristoranti e si è solo circondati da una natura incredibile.

Capo Corso: uno degli angoli più suggestivi di tutta la Corsica che con la sua natura aspra e dura sintetizza al meglio l’anima dell’isola. Il Capo è costituito da un piccolo villaggio di pescatori e da spiagge incontaminate appena fuori il paese. Le più suggestive sono la spiaggia di Barcaggio, una piccola baia sabbiosa, la più settentrionale di Capo Corso e la spiaggia di Albo costituita da ciottoli duri.

Calvi: piccola cittadina che si erge a picco su uno dei più bei golfi dell’isola, con il suo magnifico porto naturale e il suo caratteristico centro storico. La costa è costituita da un alternarsi di promontori rocciosi che si sviluppano tra Punta Caldano e Punta  Spano e da baie e calette sabbiose battute spesso dal vento di maestrale.

Palombaggia: è una bellissima spiaggia a sud della Corsica vicino a Porto Vecchio ed è costituita da due anse: una più piccola  e protetta dai venti, la seconda più ventilata ma dai colori più forti e decisi. Ideale per le famiglie con bambini, grazie all’acqua che degrada dolcemente, è circondata da una suggestiva pineta centenaria.

Piantarella: colori mozzafiato per questa piccola spiaggia conosciuta soprattutto per il sentiero che porta alla spiaggia del Piccolo Sperone, un piccolo gioiello con acqua color verde-azzurro. Con la bassa marea compare una lingua di sabbia che collega la spiaggia con l’isola Piana, un vero e proprio atollo caraibico.

La Corsica oltre ad essere provvista di un paesaggio naturale senza eguali ha una tradizione gastronomica notevole: dal  Prisuttu, tipico prosciutto crudo, alla Figatellu  salsiccia di fegato, per passare poi alla famosa  Coppa Corsica . Nei mesi estivi in tutti i lungomari dell’isola si potrà gustare dell’ottimo pesce fresco e crostacei, accompagnati dai vini prodotti sul territorio.

Come arrivare

La Corsica, posizionata a 170km dalle coste francesi e a 80km da quelle italiane, è facilmente raggiungibile grazie ai 4 quattro aeroporti internazionali, collegati tutto l’anno con voli regolari in partenza dalle capitali europee. Inoltre dispone di 7 porti commerciali, con collegamenti quotidiani per la Francia e l’ Italia.

Federica Fralassi

 

 

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: