ViaggiNews

Idee di Viaggio | Estate 2011 a Vienna: arte, mostre e concerti

martedì, 17 maggio 2011

 

Vienna (foto dal web)

LA RICCA PROPOSTA CULTURALE DI VIENNA NEI MESI ESTIVI, TRA EVENTI, ARTE E CONCERTI \ Roma – Vienna (leggi qui la guida) è tra le città più amate e frequentate dai turisti di tutto il mondo, costantemente attratti dall’incomparabile patrimonio artistico che deve molto alla presenza della dinastia degli Asburgo che per oltre 600 anni hanno reso la città un autentico gioiello.

La vecchia metropoli sul Danubio è in questo momento la meta ideale per un piacevole viaggio arricchito dall’offerta culturale amplissima di questi mesi: si va dai musei, ai concerti, ad eventi gastronomici, alle mostre che nel 2011 portano i nomi dei grandi dell’arte moderna.

Le manifestazioni di arte contemporanea sono moltissime: fino al 13 giugno al Belvedere torna Egon Schiele con “Ritratti e autoritratti”. Genio ribelle e malato del novecento austriaco, vengono esposti i suoi 100 ritratti, testimonianza del disagio interiore che ha caratterizzato la sua produzione artistica.

Dal contemporaneo ci si può spostare indietro di un secolo con due mostre,una al Belvedere e l’altra al Kunstlerhause, dedicate ad Hans Makart artista eclettico della seconda metà dell’ottocento. La sua pittura influenzò non solo i giovani artisti viennesi, come Klimt, ma anche campi distanti dal mondo propriamente artistico come l’opera, il teatro e la moda.

Altra mostra da non perdere, dal 22 giungo, è quella al Kunsthalle “Le surréalisme, c’est moi” che mette a confronto le opere di Salvador Dalì, Louise Bourgeois, Glenn Brown, Markus Schinwald e Francesco Vezzoli per indagare, tramite l’arte surrealista e contemporanea, il mondo dell’inconscio e del sogno.

Da non mancare una visita  alla pinacoteca dell’Accademia di Belle Arti con il famoso Trittico del Giudizio  di Bosch, la Lucrezia di Cranach il Vecchio e le Otto Vedute di Venezia di Francesco Guardi.

L’Accademia, primo museo pubblico di Vienna, offre ora ai suoi visitatori la possibilità di ammirare il Cimitero Centrale, il secondo più grande d’ Europa dopo quello di Ohlsdorf ad Amburgo, un vero museo di scultura a cielo aperto in cui si trovano, tra le altre, le tombe di Beethoven, di Franz Schubert e della popstar austriaca Falco.

Se invece si decide di visitare la città capitale dell’Impero austro-ungarico durante il ponte del 2 giugno, non si può non partecipare all’evento gratuito del Concerto di una notte di mezza estate con i Wiener Philharmoniker che suoneranno all’aperto nel parco della Reggia di Schonbrunn. Sul palco salirà anche Valery Gergiev, il famoso direttore russo del Mariinsky-Theater, sede dell’opera del balletto di Leningrado, e primo direttore della London Symphony Orchestra.

Ma Vienna non è solo arte, musica e mostre ma anche un’ottima città gastronomica con la prelibata cucina del ristorante Plachutta: celebre per il Tafelspitz, bollito di manzo servito su piastre bollenti ed accompagnato da patate, salsa d’erba cipollina e crema di spinaci.

Per gli amanti della cucina raffinata i posti giusti sono: Le Loft, ristorante dell’hotel Sofitel Vienna Stephansdom nel nuovo grattacielo di Jean Nouvel lungo il canale del Danubio, ed il ristorante gourmet dell’hotel Palais Coburg Residenz che a giugno riapre i battenti dopo essersi aggiudicato la doppia stella Michelin.

 

Federica Fralassi

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: