ViaggiNews

Natura&Sport | Itinerario in Turchia: A Fethiye fra trekking, mare e tartarughe

venerdì, 4 marzo 2011

GUIDE ITINERARIO TURCHIA FETHYE / ROMA – Nella Turchia sud occidentale vi è una città di 68.000 abitanti che è degna di essere considerata un piccolo paradiso terrestre. Fethiye, il cui antico nome era Telmessos, è una località incantevole a 135 km da Marmaris; una cittadina fiera della sua spettacolare marina che non ha eguali in tutto il Mediterraneo. Pittoresca, romantica, ricca di bellezze storiche e naturali e non solo; Fethiye possiede la spiaggia più fotografata di Turchia, la spiaggia di Oludeniz. Tra i siti da esplorare ci sono la laguna blu: acqua cristallina dove nuotare, praticare sport nautici e dimenticare tutto ciò che si ha per la testa, la valle delle farfalle che da giugno  a settembre si riempe di migliaia di lepidotteri colorati e molto altro ancora. Anche se il mare blu di questa cittadina è la prima cosa che attira  turisti da ogni parte del mondo non bisogna dimenticare che Fethiye ha delle testimonianze storiche che vanno assolutamente visitate, come ad esempio le tombe di Telmessos scavate nella roccia e adornate con motivi a colonne in stile classico ed ancora il teatro o i resti della famosa fortezza costruita dai Cavalieri di Rodi. Una caratteristica che contraddistingue questa meravigliosa cittadina è che offre la chance di praticare molti sport dal parapendio sul Monte Baba al rafting a Saklikent, oppure la possibilità di optare per un audace  Jeep Safari. Ecco un itinerario molto proposto dai tuor operator:

Transfert dall’hotel verso il punto di incontro con le altre jeep. Si inizia con un po’ di trekking nei pressi di  TLOS. Una volta arrivati sul sito storico si visitano l’anfiteatro romano e i resti  della fortezza ottomana. Rimontati sulla Jeep si prosegue alla volta di YAKAKOY: che con il suo panorama mozzafiato e i suoi giardini d’acqua vi farà letteralmente chiedere ”E’ questo il paradiso? “Per pranzo è previsto un ottimo ristorantino locale prima di giungere nella straordinaria Saklikent Gorge il più lungo canyon della Turchia.

SAKLIKENT: è uno dei luoghi più spettacolari di tutta la Turchia; qui le cascate hanno formato un vero e proprio canyon profondo 300 metri e lungo 18 km. Saklikent vuol dire città nascosta: questo perchè le mura della città sono così alte da coprire in parte anche la luce solare. E’ perciò un rifugio ideale per tutti coloro che desiderano trascorrere qualche ora rilassati al fresco nelle calde giornate estive. Oltre alla bellezza naturale del luogo, qui si trovano ristoranti rustici dove vengono servite delle trote fresche o dove potete semplicemente assaporare un buon tè turco.
Rafting: Dipenderà ovviamente da voi decidere di voler fare o meno un rafting nelle acque di Saklikent. 30 minuti di indimenticabile follia  insieme alla guida e ovviamente con tutto l’equipaggiamento necessario.
Bagno di fango: Dopo  il rafting vi aspetta un relax totale che vi permetterà di ringiovanire di almeno 10 anni con i favolosi bagni o lotte di fango…questo anche dipende da voi!

PATARA: Dopo i rilassanti bagni di fango si risale sui fuoristrada per raggiungere un’altra spiaggia paradisiaca dove potrete fare la conoscenza delle famose tartarughe caretta caretta. Patara è un parco nazionale ed una delle spiagge più lunghe di tutta la Turchia, 18 km. Una magnifica distesa  di sabbia bianca e soffice ed un mare cristallino dove potete immergervi per fare una nuotata fra le meravigliose caretta caretta. Nelle vicinanze della spiaggia è prevista una visitina a delle rovine storiche risalenti al tempo in cui Patara era il principale porto della Licia.  Per chi fosse interessato alle immersioni c’è la possibilità di farlo ovviamente sempre con l’istruttore.

Il safari Jeep ha termine a Patara e dopo aver lasciato questo paradiso terrestre si ritorna nuovamente in albergo.

C’è sicuramente da dire che Fethiye e tutta la zona intorno ad essa vanno assolutamente viste e conosciute a fondo; l’unico consiglio è quello di non recarsi a Fethiye in pieno agosto in quanto potrebbe essere fin troppo popolata. Le strutture ricettive sono sviluppate e ci sono alberghi per tutti i gusti e tutte le tasche, la vita notturna è molto vivace e non avrete difficoltà a trovare dei ristoranti dove si mangia un pesce eccellente; per quanto riguarda l’ospitalità invece…. un nostro detto dice che tutte le strade portano a Roma …se  volessimo riadattare questo detto in una chiave che suonasse un po’ più in stile “mamma li turchi” si potrebbe senz’altro dire che  in Turchia…. tutte le strade  portano a casa proprio perchè questa perla del Mediterraneo vi permetterà di sentirvi  sempre e comunque a casa vostra.

Eren Gunes

Tags:

Altri Articoli Interessanti: