Ostriche e champagne? No, ora il vero lusso è il pollo: qui si mangia il migliore del mondo!

Sono passati i tempi in cui ostriche e champagne erano il massimo del lusso, sono arrivati tanti nuovi prodotti e perché no, alcuni grandi classici sono diventati all’improvviso esclusivi. Scopriamo perché e qual è il prodotto di lusso che sicuramente non conosci.

Non tutti lo sanno ma non è solo la carne di qualità a rappresentare oggi insieme al pesce una vera leccornia. Ad accompagnarli infatti c’è il pollo. Non uno qualsiasi chiaramente, si parla del pollo di Bresse che è il migliore in assoluto e ritenuto il pollo più buono al mondo.

Pollo
Pollo (Adobe stock)

In realtà, stando alla storia, pare che siano stati proprio gli italiani ad esportare questa prelibatezza in Francia, tuttavia ora il pollo è una tipicità locale.

Il vero lusso è il pollo di Bresse

A partire dal 1591 fece la sua comparsa, per diventare poi praticamente famoso solo nel 1825 quando il francese Brillant-Savarin scrisse un libro dove lo eleggeva come il migliore. Da quel momento il pollo di Bresse inizia a diventare quello che tutti desiderano, gli viene conferita la denominazione AOC e poi AOP, oggi è tutelato dal Comitato Internazionale del Pollame di Bresse. Per capire la portata del fenomeno, basti pensare che Paul Blanc, chef con tre stelle Michelin, chiude la sua firma proprio con questo pollo. È qualcosa da gustare almeno una volta nella vita.

L’allevamento del pollame di Bresse si estende oggi solo su tre regioni: Rhone-Alpes, Bourgogne e Franche-Comté e alcuni dipartimenti di l’Ais a sud. A fare la differenza sicuramente è il tipo di alimentazione, tutta vegetale: cereali non OGM, latticini, erba. Il numero di allevatori è ridotto, questo vuol dire che gli esemplari sono limitati. Ci sono 4 tipologie di pollo differenti: il pollo di Bresse che rappresenta la quasi totalità, la pollastra di Bresse, il tacchino di Bresse e il cappone di Bresse. In Italia questo pollo può arrivare a costare fino a 30 euro al kg.

Pollo francese
Pollo francese (Adobe stock)

Per identificarlo, quando viene acquistato, deve avere i tratti distintivi: anello alla zampa sinistra, etichetta AOP, sigillo tricolore, sigillo specifico quando si tratta di pollastra o cappone. Queste procedure sono molto importanti poiché di fatto ci sono solo circa 100 allevatori che hanno questo tipo di pollo e il marchio AOP che obbliga ad acquistare i pulcini quando hanno un giorno di vita. Scopri anche i cibi che devi assolutamente provare in viaggio. 

Il pollo di Bresse ha una carne molto saporita e soda e un po’ di grasso nella parte sottostante che è molto gradevole al palato. Insomma una vera leccornia che può essere cucinata in molti modi differenti.