L’incredibile Castello da Mille e una notte è in Italia

Il Castello di Sammezzano è una meraviglia unica in Italia. Un castello orientale, pieno di colori da vedere almeno una volta nella vita

Un luogo incredibile che ti fa sognare le fiabe da Mille e una notte, di tappeti volanti, principi e odalische. Un posto che ti aspetteresti di vedere in un Paese del Golfo arabo o tutt’al più in Spagna. Invece questo posto orientaleggiante e pieno di colori, si trova in Italia, in Toscana a due passi dai nostri tesori rinascimentali.

Questo posto è il Castello di Sammezzano uno degli edifici più particolari d’Italia, un posto unico che testimonia le tantissime contaminazioni artistiche del nostro Paese. E un luogo per pochi fortunati. Già perché questa meraviglia architettonica è chiusa al pubblico e visitabile solo in occasione delle giornate del FAI.

Il Castello di Sammezzano, meraviglia d’Italia

Ci troviamo a Leggio, una piccola frazione di Regello in provincia di Firenze. Qui nella verde campagna toscana fra file di cipressi e borghi medievali si trova il castello di Sammezzano. Una straordinaria testimonianza dell’arte moresca in Italia e uno degli esempi più spettacolari.

Il castello di Sammezzano è immerso in 190 ettari di parco e negli anni ha sempre mantenuto un’indescrivibile aurea di mistero. La sua storia arriva addirittura a Carlo Magno. Si dice infatti che sul terreno dove sorge oggi il Castello l’Imperatore si fermò nel suo viaggio in Italia.

L’opera di costruzione del Castello inizia intorno al 1600 quando il terreno e la fattoria che vi sorgeva fu acquistato dalla famiglia Ximenes d’Aragona. Intorno al 1850 gli interventi principali che diedero la forma orientaleggiante alla costruzione. Una corrente artistica che pervase tutt’Europa e soprattutto Firenze.

Nel corso di quasi tre secoli dunque e di numerosi interventi il Castello assunse la forma che ha adesso. Passaggi di mano e una storia travagliata l’ha visto finire all’asta nel 1999 e da allora versa in stato di abbandono. Al momento è di proprietà di una società italo- inglese privata, ma numerose sono state le richieste al Governo affinché lo acquisti.

Castello di Sammezzano, come vedere la meraviglia colorata

La dimora dell’eccentrico Marchese Ferdinando Panciatichi Ximenes D’Aragona è molto difficile da visitare. Le sue porte si aprono solo in occasione delle giornate del FAI, il Fondo Ambiente Italiano. Ogni anno appena si aprono le prenotazioni per le visite del FAI il Castello di Sammezzano fa il tutto esaurito in pochissimo tempo.

Fuori da queste giornate speciali il Castello è sempre chiuso. Potrete avvicinarsi al cancello e ammirare da fuori la maestosa costruzione, ma lo spettacolo è all’interno. Nell’attesa e nella speranza che lo Stato lo acquisti e restauri questa incredibile meraviglia italiana.

Non capita spesso infatti di imbattersi in Italia in un castello da Mille e una notte.

 

Previous articleLa spiaggia caraibica d’Italia raggiungibile in autobus
Next articleI 3 posti paradisiaci e più economici dove vivere bene spendendo poco
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.