Tassa di soggiorno: le città più care, fino a 50 euro a notte

La tassa di soggiorno è obbligatoria per i turisti che soggiornano in una città dove non risiedono. In generale costa pochi euro al giorno ma in alcune mete è veramente carissima. Scopriamo dove

Questa tassa viene versata presso hotel, strutture, B&B ma non è uguale in tutte le città né per tutti i tipi di struttura poiché dipende da una molteplicità di fattori. Comunemente, almeno in Italia, viene versata all’arrivo o alla partenza e ci sono una serie di eccezioni. Ad esempio non si paga per chi soggiorna nella stessa regione, disabili e accompagnatori non sono tenuti al versamento della tassa di soggiorno e altre regole di questo tipo che possono variare e su cui è bene informarsi in base alla regione in cui si viaggia.

Tassa di soggiorno
Tassa di soggiorno (Adobe stock)

In alcune città costa tre euro o poco più, in altre si arriva addirittura a 50 euro a notte, una spesa veramente eccessiva. Basti pensare che per una settimana di soggiorno si può arrivare anche a 400 euro solo di tassa per una persona.

Tassa di soggiorno più cara

La città più cara di tutte in assoluto per la tassa di soggiorno è Honolulu alle Hawaii con una media di 62.85 dollari a notte. A San Francisco invece la tassa è pari al 14% del soggiorno e quindi può diventare veramente molto corposa, a Los Angeles è il 12% del prezzo della camera, ad Amsterdam che è la più cara d’Europa si stimano circa 11,12 euro a persona al giorno. La tassa è del 7% più 3 euro a persona.

A seguire la città di Orlando, in Florida, con una tassa del 6%. Anche Bruxelles è piuttosto cara con una tariffa di 7.50 euro a notte, segue Berlino con un’imposta del 5% e Firenze con una tassa di 4.50 euro a notte per un tre stelle e 5 euro per un hotel di lusso che si classifica come la più cara in Italia. Ad esclusione di Venezia che applicherà ora un nuovo sistema con biglietto di ingresso per visitare la città e quindi esenzione dal pagamento della tassa di soggiorno.

Hotel
Hotel (Adobe Stock)

Tassa per l’ingresso in Europa

In Europa ci sarà una nuova tassa per gli arrivi extra EU, infatti per entrare nell’area Schengen ci sarà un sistema di autorizzazione, come avviene per entrare in America con l’ESTA e bisognerà anche pagare un ticket di 7 euro per l’ingresso. Questo sistema si chiamerà ETIAS e partirà a maggio 2023 e sarà molto simile a quello che viene attuato negli Stati Uniti.