Un’isola ai confini della terra? Esiste ed è stata scoperta da poco

Terre lontane ai confini della terra? Ebbene, l’isola più remota esiste ed è stata scoperta da poco. Scopriamo perché è così speciale

L’isola di Bouvet è la più remota della terra, la più lontana e unica nel suo genere. È stata scoperta piuttosto di recente, avvistata per la prima volta dal comandante Charles Bouvet de Lozie che diede appunto il nome all’atollo.

Norvegia Bouvet
Norvegia Bouvet (Adobe stock)

Mentre era in navigazione verso l’Oceano Atlantico vide l’isola. Non riuscì però a visitarla ma fece solo presente la sua esistenza. Fu George Norris ad arrivarci solo dopo. Nel 1900 la sua attestazione definitiva permise l’annessione alla Norvegia.

L’isola ai confini della terra totalmente disabitata

Per visitare l’isola più lontana e remota della terra bisogna partire proprio dalla Norvegia da cui vengono organizzate delle spedizioni per raggiungerla. Non è l’unica più lontana e particolare da visitare. Un luogo suggestivo e pieno di fascino, soprattutto per chi è a caccia di qualcosa di particolare.

Si tratta di un’isola vulcanica, ricoperta dal 93% da ghiacciai e per il restante da rocce. I panorami sono tipicamente islandesi con zone scure, sabbie rocciose e mare in tempesta. L’isola di Bouvet è molto fredda, solo in primavera è leggermente più accogliente. Per le spedizioni ovviamente è bene partire attrezzati. Sul sito della riserva omonima vengono sempre dichiarati tutti i periodi di partenza per chi voglia partecipare.

L’isola fantasma è totalmente disabitata, non c’è vita e ci animali e soprattutto una grande quantità di funghi e altre specie di questo tipo. In particolare proliferano uccelli e pinguini, l’isola è abitata da specie protette e uniche che è raro poter vedere in altre parti del mondo. Ci sono moltissime aree verdi e specie particolari come le foche e gli elefanti marini. In acqua si possono ammirare orche, delfini e balene.

Per chi ama la natura questo è un luogo perfetto perché riesce ad offrire una visione incredibile di un mondo naturale che non è stato intaccato dalla vita umana. Per partecipare alle spedizioni, oltre all’attrezzatura, bisogna essere pronti. Non è un luogo per tutti, non si tratta di un viaggio di comodità ma di avventura ed è giusto quindi prepararsi anche psicologicamente al tipo di escursione che si va a fare.

Norvegia Bouvet
Norvegia Bouvet (Adobe stock)

L’isola Bouvet più remota della terra

Visitare l’isola più remota della terra è sicuramente di grande effetto, un’esperienza che vale la pena fare almeno una volta nella vita se ben attrezzati e con il giusto spirito sicuramente è un traguardo grandioso che offre un immaginario veramente unico.